Olanda, idea Seedorf per la panchina. E il Milan spera


L’ex allenatore rossonero, ancora sotto contratto con la società rossonera, è in corsa per diventare il ct del nuovo corso oranje. Il Milan, ovviamente, spinge per questa soluzione

– di Luigi Polce –

Un anno e mezzo fa, terzo posto al Mondiale brasiliano e tanti applausi per un gruppo che sembrava poter regalare soddisfazioni al suo popolo. Poi, complice un girone di qualificazione a dir poco disastroso, l’eliminazione dalla fase finale dei prossimi Europei (allargati a 24 squadre), senza nemmeno passare dai play-off.

Clarence Seedorf durante la sua esperienza al Milan (ph. zimbio)

Clarence Seedorf durante la sua esperienza al Milan (ph. zimbio)

E’ la storia dell’Olanda, che adesso è alla ricerca di una nuova guida tecnica alla quale affidare la costruzione di un nuovo ciclo, possibilmente più proficuo rispetto a quello che si è appena chiuso: quattro vittorie, un pari e ben cinque sconfitte rappresentano il magro bottino raccolto da Snejider e compagni nel gruppo A, troppo poco per una rosa che deve ambire assolutamente a qualcosa di più ambizioso. Né Hiddink né Blind sono riusciti a raddrizzare la situazione, e ora la KNVB sta ragionando su chi prenderà in mano le redini del calcio olandese. I nomi caldi sono due: Ronald Koeman, che sta facendo benissimo alla guida del Southampton, e Clarence Seedorf, ancora in cerca di una sistemazione dopo la breve esperienza al Milan. Proprio il club rossonero è spettatore interesssato della vicenda, visto che Seedorf è ancora legato contrattualmente alla società di Via Aldo Rossi fino al prossimo giugno, così come Pippo Inzaghi. Con Sinisa Mihajlovic fanno tre allenatori a libro paga, un po’ troppi anche per il Milan, che spera che il nuovo corso del calcio oranje possa ripartire proprio dal suo ex centrocampista.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *