Il Toronto spazza via gli Impact e conquista la prima finale della sua storia


Nella semifinale di ritorno di Mls, il Toronto di Giovinco ribalta il 3-2 dell’andata contro gli Impact con un sonoro 5-2. Sarà finale contro Seattle

– di Tiziano De Santis –

Jozy Altidore esulta dopo il gol del 2-1 in Toronto-Montreal 5-2. L'attaccante diventa il primo giocatore nella storia dell'MLS a segnare in cinque partite consecutive (ph. Tuttocalcioestero.it)

Jozy Altidore esulta dopo il gol del 2-1 in Toronto-Montreal 5-2. L’attaccante diventa il primo giocatore nella storia dell’MLS a segnare in cinque partite consecutive (ph. Tuttocalcioestero.it)

Non si può certamente dire che siano mancati i gol nei due match di semifinale di Mls tra il Toronto di Sebastian Giovinco e il Montreal di Joey Saputo. Dopo il 3-2 dell’andata in favore della formazione di Drogba, il ritorno al BMO Field non è da meno in punteggio ed emozioni. Alla fine ad approdare in finale saranno i Reds, grazie a un sonoro 5-2 messo a referto solo all’overtime. Eppure il copione sembra subito favorevole agli ospiti: al 24′, infatti, è l’ex-Bologna Matteo Mancosu a sfruttare in contropiede per pescare bene il compagno di reparto Oduro, bravo a insaccare alle spalle di Irwin, portando a a 2 le reti complessive di vantaggio in favore dei suoi. La risposta dei padroni di casa non si fa attendere e 13 minuti più tardi Bernardello deve salvare sulla linea il colpo di testa di Hagglund per sventare la minaccia, ma il centrocampista Cooper è rapido nel ribadire in rete per il momentaneo 1-1. Sul finire della prima frazione di gara il lungo inseguimento della formazione di Greg Vanney trova i propri frutti nel 2-1 timbrato da Antidore, lesto nell’anticipare l’intera difesa avversaria sul primo palo e a spedire in gol la bella palla tagliata di Giovinco. Ma il profumo della finale dura poco, perchè al 53′ il Montreal trova il pareggio con Ignacio Piatti: l’ex-Lecce si muove bene in mezzo alle linee della retroguardia Reds e, ricevuta palla da Venegas, si rende autore di un’azione caparbia prima di appoggiare in rete per il 2-2. Al 68′, tuttavia, Toronto si riporta avanti con Hagglund, il quale, sul cross dalla sinistra di Morrow, ha tutto il tempo per svettare in area e incornare il 3-2 alla destra del portiere rivale. Per avere un vinto e un vincitore bisogna aspettare la fine dei supplementari, durante i quali il team di Mauro Biello viene definitivamente spazzato via prima da Cheyrou, subentrato a Giovinco e autore, al 98′ del 4-2, e poi da Ricketts, bravo nell’anticipare in spaccata i centrali difensivi avversari e nel chiudere il match sullo score di 5-2. Per il Toronto si tratta della prima finale raggiunta nella propria giovane storia: il 10 dicembre Giovinco e co. se la vedranno con Seattle per la conquista del titolo canadese.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *