Il racconto delle pagine di calcio italiano scritte dal 2016


Tutte le pagine più importanti del calcio italiano del 2016: dalle vittorie di Juventus e Milan alla Nazionale; dall’esordio in Europa del Sassuolo alla Var

– di Tiziano De Santis –

L'esultanza della Juventus alla conquista del quinto scudetto di fila (ph. Tuttosport.com)

L’esultanza della Juventus alla conquista del quinto scudetto di fila (ph. Tuttosport.com)

Il 2016 se ne va, trascinando con sè un anno calcistico fatto di conferme, smentite e novità.
A cominciare dal gennaio scorso, quando la Goal-line Technology emanava per la prima volta la propria sentenza nel match tra Roma e Chievo: la rete di Simone Pepe veniva, così, convalidata e la partita terminava con un rocambolesco 3-3. Un anno che ha messo alla prova la Vecchia Signora dai cinque scudetti consecutivi: la Juventus di Massimiliano Allegri iniziava malissimo la propria stagione ed era chiamata a un difficilissimo recupero sul Napoli campione d’Inverno e a inizio febbraio i bianconeri superavano, tra le mure amiche, i partenopei nel match-scudetto grazie al gol di Simone Zaza. La Juventus avrebbe poi confermato la propria egemonia in Italia, concludendo la difficile scalata da prima in classifica. Un’altra storia, invece, veniva scritta in Europa dalle zebre di Torino, che a Monaco di Baviera si vedevano cacciare bruscamente dalla Champions dal Bayern di Pep Guardiola. I bianconeri si sarebbero rifatti, anche se non troppo, con la vittoria della Coppa Italia, oltre a quella dello scudetto. Il 2016 è stato l’anno degli addii, come quelli di Toni, Klose e Di Natale, come pure l’annata degli amori perduti e ritrovati, come quello tra Totti e Spalletti. E se a fine aprile giungeva, dalla serie cadetta, la notizia della prima storia promozione del Crotone nella massima categoria calcistica italiana, a maggio Gonzalo Higuain, con la tripletta ai danni del Frosinone, firmava il record assoluto di 36 gol in Serie A, superando Nordahl di una lunghezza.

L'esultanza di Antonio Conte in Italia-Spagna 2-0 (ph. Ansa.it)

L’esultanza di Antonio Conte in Italia-Spagna 2-0 (ph. Ansa.it)

In estate la Nazionale Italiana di Antonio Conte diventava un gruppo sempre più unito durante l’Europeo di Francia, eliminando lo scetticismo dei propri tifosi e riavvicinandoli alla passione azzurra. L’Italia sarebbe uscita a testa altissima dall’Europeo, perdendo ai rigori contro i rivali di sempre, quei tedeschi saliti di recente sul tetto del mondo. E mentre Conte si accordava col Chelsea di Roman Abramovic, Gian Piero Ventura diveniva il nuovo ct della Nazionale. L’estate vedeva Higuain fare le valigie per Torino sponda Juventus per la cifra di ben 90 milioni di euro, mentre Pogba tornava al nucleo d’orgine dello United per 105 milioni. La stagione calcistica 2016/2017 sarebbe iniziata con una novità: da settembre, infatti, l’Italia avrebbe iniziato il test sulla nuova tecnologia, la famosa “Var” (moviola in campo), per molti la grande svolta del mondo del pallone, per altri un vero e proprio snaturamento del calcio.
Tornando al calcio giocato, il mancato passaggio del preliminare di Champions della Roma, sbattuta fuori dal Porto sarebbe andato di pari passo all’esordio assoluto in Europa del Sassuolo di Eusebio Di Francesco. L’Inter avrebbe chiuso il suo anno disastroso perdendo in casa contro il Be’er Sheva, prima dell’esonero di De Boer e del successivo approdo sulla panchina nerazzurra di Stefano Pioli. Il Milan, infine, sarebbe tornato a vincere un trofeo piegando la Juventus a Doha e conquistando la Supercoppa Italiana grazie anche alla consacrazione definitiva di Gigio Donnarumma, convocato dalla Nazionale maggiore per la prima volta a settembre e per i più il degno erede di Gianluigi Buffon.
Non resta che l’ultimo atto di questo 2016, il brindisi al nuovo anno, in attesa di una nuova storia da scrivere e da raccontare.

 

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *