600 milioni di ricavi in più per la Fifa grazie al Mondiale a 48 squadre


Tutte le novità economiche del progetto di Infantino di un Mondiale a 48 squadre: dai ricavi ai costi al numero di posti in più per ciascuna confederazione

– di Tiziano De Santis –

Gianni Infantino, presidente della FIFA (ph. Vogliadiroma.com)

Gianni Infantino, presidente della FIFA (ph. Vogliadiroma.com)

Manca poco più di un anno al Mondiale di Russia 2018, eppure la novità di una massima competizione calcistica internazionale a 48 Nazionali, affascinante per molti, ancora oscura per altri, dev’essere ben chiarita in tutte le proprie componenti.
Cosa ci sarebbe, pertanto, dietro alla proposta di Gianni Infantino di un Mondiale allargato a 48 squadre? Secondo l’agenzia di stampa Agence France-Presse, il progetto del numero uno della FIFA varrebbe ben 600 milioni di euro di ricavi in più. Tradotto, i futuri 3,95 milioni di euro di introiti contro i 3,35 attuali andrebbero di pari passo all’aumento dei costi per il Mondiale 2018 (sino a 307 milioni di euro). Sarebbero i ricavi dai diritti televisivi ad ammontare a circa 505 milioni di dollari e quelli dal marketing ad arrivare a ben 370 milioni. Il totale garantirebbe un fatturato maggiore di 605 milioni di euro rispetto alle previsioni per la Coppa del Mondo di Russia stimate dall’ultimo Congresso della FIFA. Tuttavia, tali ipotesi dovranno fare i conti con la realtà attuale, lesa dal problema degli sponsor: due dei principali finanziatori, infatti, non sono stati ancora sostituiti.
La novità di 80 match da disputare contro le 64 attuali del format a 32 squadre potrebbe non essere l’unica: si parla, infatti, di un’idea di Mondiale a 40 team, costituito da 8 gruppi da 5 Nazionali o da 10 da 4. Infantino sembra orientato principalmente verso una Coppa del Mondo a 48 partecipanti che si sfiderebbero in 16 gironi da 3 team ciascuno, ma per capirci di più bisognerà aspettare il prossimo Congresso della FIFA che si svolgerà a Zurigo martedì, quando si discuterà anche sul numero di equipe da aggiungere per ciascuna confederazione: se l’Africa dovrebbe guadagnare due posti in più rispetto agli odierni 5 e l’Asia uno e mezzo in più (perchè la quinta squadra va agli spareggi a 6), l’Europa dovrebbe veder salire il numero delle proprie rappresentati da 13 a 14.

 

 

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *