Juve, Chelsea, Bayern, Real e Monaco campioni: a sostenerlo è il CIES


Lo studio elaborato dal CIES e le previsioni sui 5 campionati top d’Europa. Tutti i dati statistici e le comparazioni tra le squadre analizzate 

– di Tiziano De Santis –

L'esultanza della Juventus dopo la vittoria col Torino (ph. Ilgiornaledellosport.it)

L’esultanza della Juventus dopo la vittoria col Torino (ph. Ilgiornaledellosport.it)

Il CIES, Osservatorio indipendente sul football, ha elaborato uno studio statistico sulle squadre dei migliori campionati europei: il futuro diventa, pertanto, presente grazie all’analisi dettagliata dei dati fatti registrare sinora dai team presi in considerazione. Secondo il report finale, i team vincitori dei propri rispettivi tornei nazionali saranno la Juventus in Italia, il Chelsea in Inghilterra, il Real Madrid in Spagna, il Bayern in Germania e il Monaco in Francia. Da qui a dire che l’esito di ciascuna massima serie calcistica dei Paesi sopracitati sarà con ogni probabilità il suddetto ce ne vuole, alla luce dell’imprevedibilità del calcio. Eppure addentrarsi nei vari campi di studio dell’analisi realizzata dal CIES aiuta ad avere una visione dettagliata di ogni squadra dei cinque campionati esaminati per confrontarle tra loro e averne un quadro generale più accurato. Sono tre, infatti, i parametri fondamentali su cui si basa l’intera indagine dell’Osservatorio: attacco, difesa e possesso palla. Non è un caso che l’Italia detenga il monopolio delle equipe che concedono meno gol agli avversari. Nel nostro Paese, infatti, la cura dell’aspetto difensivo è quasi maniacale, tanto da rendere la Serie A monotona e priva di spettacolo agli occhi dei più. Le difese di Juventus, Roma e Chievo risultano le migliori del 2016, con i veneti che fanno meglio di chiunque altro, come testimonia la media di 1.11 marcature al passivo per match. Tuttavia, sono i bianconeri a farsi notare per media complessiva tra gol segnati e gol subiti, ragion per cui i ragazzi di Massimiliano Allegri superano Napoli e Roma, rispettivamente in vetta e al secondo posto della classifica delle marcature realizzate, con 2.22 e 2.11 reti a partita.

L'esultanza del Napoli nel match contro il Benfica (ph. Giornalettismo.com)

L’esultanza del Napoli nel match contro il Benfica (ph. Giornalettismo.com)

Proprio per questo motivo, la Juventus, secondo la statistica del CIES, si confermerebbe campione d’Italia anche nel 2017, con 83 punti in cassaforte al termine del campionato, 5 in più della Roma e 6 in più rispetto al Napoli. In tale classifica finale, quarta sarebbe la Lazio e quinta l’Inter, mentre l’Atalanta risulterebbe sesta a quota 65 punti e Milan e Fiorentina non riuscirebbero a conquistare la tanto bramata Europa. Nulla di invariato, invece, nei bassi fondi della classifica, con Palermo, Pescara e Crotone retrocessi in B. La squadra di Nicola ha conservato sino al 31 dicembre scorso il record di gol subiti in Europa, l’opposto di quanto fatto dal Bayern nello stesso continente. Curiosa è la statistica riguardante il possesso palla, col Napoli di Maurizio Sarri al comando della graduatoria per possesso palla e numero di massaggi effettuati in ciascun match, ben 574. Non solo, perchè a livello europeo gli azzurri fanno meglio del Barcellona dei fenomeni in quanto a circolazione della sfera ben riuscita: il palleggio di Messi e co. si ferma a 544 passaggi, mentre la ragnatela più complessa e meglio tessuta è quella del Bayern di Carletto Ancelotti, con 635 passaggi riusciti a partita.
In chiave vittoria campionato, l’unica tendenza volta a mutare da qui a fine stagione è quella della Ligue 1, col Monaco che dovrebbe sorpassare il Nizza campione d’Inverno di Lucien Favre e di Mario Balotelli. In Premier, invece, secondo le previsioni, il Manchester United di José Mourinho non riuscirebbe a raggiungere la Champions, dato che avrebbe del clamoroso alla luce dei milioni spesi dai Red Devils in estate per comporre una rosa vincente sin da subito.

 

 

Print Friendly



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *