Inizia il 2017 in Eccellenza: vincono solo Sasso Marconi e Granamica


Prima giornata del 2017 piena di delusioni per le bolognesi in Eccellenza: tre punti colti solo da Sasso Marconi e Granamica

– di Edoardo Frati –

È iniziato il 2017 anche per il calcio bolognese di Eccellenza, con sette compagini impegnate a lottare per aspirazioni e obbiettivi diversi da qui a maggio, distribuite tra girone A e B. Purtroppo, il primo dato che si evince dalle prime due domeniche dell’anno è che le “romagnole” stanno mostrando i muscoli e con essi tutto il proprio potenziale, surclassando per classifica e risultati le intimidite “bolognesi”.

Rapido excursus nel girone A, dove l’unica rappresentante felsinea è l’Axys Team di Zola Predosa. La squadra di Maurizio D’Este non perdeva dal 6 novembre, completando in questi mesi una striscia di cinque vittorie e due pareggi, i quali la presentavano come favorita nella partita di domenica scorsa contro il Nibbiano Valtidone, inseguitrice e pretendente al 4° posto a un punto di distanza. La squadra piacentina occupava in realtà posizioni di alto vertice prima di incanalare un tunnel di 3 pareggi e 4 sconfitte nelle ultime sette. Ma il calcio, si sa, è un gioco strano, e alla resa dei conti l’Axys si è fatta bucare 4 volte in mezzora, in casa, 3 volte nello stesso identico modo. Il gol di Franchini nel recupero di prima frazione ha mandato le squadre al riposo sul risultato di 1-4, un incubo. Nella ripresa l’Axys ha saputo rimettere in piedi la partita segnando con Bulevardi (neoacquisto) e innervosendo gli avversari, ritrovatisi in 10 dopo l’espulsione del proprio difensore centrale e capitano, ma un tempo ben giocato non è bastato a rimontare 45 minuti di totale blackout.

Ancor più tragico forse, nel suo complesso, il bilancio del girone B, dove 5 bolognesi hanno raccolto congiuntamente 6 punti. Di questi, 3 punti pesantissimi se li aggiudica il Sasso Marconi sul Real San Lazzaro, nel derby di giornata. Mister Moscariello (Sasso) e Mister Gelli (Real), coinvolti nel venerdì pre-gara da Simone Onestini in un confronto amichevole su “Te lo do io al fotbàl” (Radio Bologna Uno), avevano confermato l’importanza della partita per entrambe le società. Alla domenica, dopo un’ora di gioco dominata dall’equilibrio, il Real ha dovuto soccombere alla potenza di fuoco del Sasso Marconi (Tonini, Yisa e il solito Noselli, capocannoniere con 16 reti): 3-0 e inseguimento ravvicinato al Rimini capolista, vincente a valanga sul Sampierana (5-2).

Questa settimana tira una brutta aria anche dalle parti di Castel Maggiore. Progresso e Corticella perdono in modo diverso due brutte partite, rispettivamente 3-1 dal Cervia – rinforzatosi nelle finestra di mercato per lasciare l’ultima posizione in classifica – e 0-1 al 94’ dal Massa Lombarda. In particolare, quest’ultima sconfitta dei biancoazzurri è costata la panchina a Mister Brunetti, che lascia il gruppo dopo due anni di vittorie e due promozioni, dalla 1° Categoria all’Eccellenza. Una scelta onestamente difficilmente comprensibile, arrivata appena dopo la sosta natalizia – in cui un eventuale nuovo allenatore avrebbe potuto lavorare senza la pressione di una partita incombente – e dopo una sconfitta al 4’ minuto di recupero contro la terza in classifica, che lascia un gruppo di buone potenzialità senza guida e in acque torpide, visti i 6 punti che separano il Corticella dalla salvezza assicurata (ad oggi disputerebbe i play-out).

Tra le emiliane, peggio soltanto il Faro, in piena lotta salvezza un punto più in basso, sconfitta questa domenica dal Faenza per 2 a 1.

Unica altra nota positiva della 3° giornata di ritorno è il ritorno al gol – su rigore – di Semprini, che unito alla rete di Cipriano regala la vittoria al Granamica, 6° in classifica e 2° potenza bolognese del girone B, la quale può finalmente contare di nuovo sul suo forte esterno offensivo, indisponibile per quasi tutto il girone d’andata.

La serie D e l’Eccellenza tornano domenica prossima su Diretta Dilettanti, dalle 14.30 su Radio Bologna Uno.

Print Friendly



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *