Le sentenze del Report Deloitte: e’ lo United il club più ricco. Juventus solo decima ma prima tra le italiane


La classifica dei club più ricchi secondo il report Deloitte: United e Barça superano in vetta il Real; Juventus 1^ tra le 4 italiane della Top 20 Deloitte

– di Tiziano De Santis –

L’esultanza di Zlatan Ibrahimovic e Paul Pogba con la maglia dello United (ph. Skysports.com)

C’è una classifica capace di far capire il fatturato annuale dei top club nel mondo del calcio: degno di nota, nel report della Deloitte, azienda numero uno nel mondo in termini di ricavi e numero di professionisti, è il sorpasso al vertice della graduatoria operato dal Manchester United ai danni del Real Madrid. Secondo quanto evidenziato dal Deloitte nella Football Money League, infatti, i Red Devils nella stagione 2015-2016, hanno fatturato ben 689 milioni di euro, dato che lancia la società calcistica inglese al primo posto della classifica dei club più ricchi al mondo. Pensare che il ricavato annuale dei nuovi campioni sia indirettamente proporzionale agli introiti provenienti dalla Champions – data l’eliminazione dello United nella fase a gironi – non sarà certamente d’aiuto per chi, come le Merengues, è riuscito a guardare tutti dall’alto al basso per ben undici anni consecutivi. Non solo, perchè la riduzione dei proventi del Real ha favorito l’avanzata dei cugini del Barcellona sino al secondo posto della classifica Deloitte: i 620.2 milioni di euro dei catalani risucchiano in terza posizione, seppur di pochissimo, i 620.1 milioni di fatturato dei Blancos, mentre la corsa di Bayern, City e Paris Saint-Germain si ferma rispettivamente ai quarto, quinto e sesto posto sulla base dei rispettivi 592, 524.9 e 520.9 milioni di euro di fatturato. In questo quadro di paperoni del calcio, che fine hanno fatto le italiane?

L’esultanza dei giocatori della Juventus (ph. Overpress.it)

Prima tra le squadre del nostro Paese non può non esserci la Juventus, solo decima nella classifica Deloitte con un ricavo annuale pari a 341.1 milioni di euro. Per trovare un’altra italiana bisogna scendere al quindicesimo posto, pari, in termini economici, a 218,2 milioni: si tratta degli introiti della Roma, capace, grazie ai 21.2 milioni in più rispetto all’anno precedente, di arrivare per la prima volta seconda dietro alla Juventus, nonostante un piazzamento generale simile a quello della stagione 2014-2015. La terza forza economica del nostro campionato diventa, così, il Milan, che nonostante una crescita dei ricavi su base annua, chiude al sedicesimo posto della classifica delle italiane con i propri 214,7 milioni di euro. E se i cugini nerazzurri, diciannovesimi, riescono a sorpassare l’Everton grazie a un fatturato di 179,2 milioni di euro, il Napoli chiude al trentesimo posto con un introito pari a 142.7 milioni nonostante la terza posizione occupata in Serie A. A tal punto, non si può non fare un paragone con il Sunderland, in piena zona retrocessione in Premier ma con un fatturato di poco superiore a quello del Napoli (144.4 milioni di euro). In tale ottica, Leicester e Schalke sono i club più vicini, nella classifica dei ricavi, a Inter e Roma, nonostante gli inglesi siano solo attualmente quindicesimi e i tedeschi undicesimi nelle graduatorie dei rispettivi campionati. La Juventus, migliore forza economica italiana, si colloca invece tra i 403 milioni di ricavi del Liverpool, terzo in Premier, e i 283 del Dortmund, sesto in Bundesliga.

 

Print Friendly



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *