Addio a Klas Ingesson, guerriero rossoblù


Klas Ingesson, ex centrocampista rossoblù dal 1998 al 2000, è morto stamane a seguito di una lunga malattia che lo aveva colpito nel 2009

– di Massimo Righi –

Klas Ingesson in maglia rossoblù (1998-2000)

Klas Ingesson in maglia rossoblù (1998-2000)

Klas Ingesson non ce l’ha fatta, dopo una lunga battaglia contro la malattia si è spento questa mattina, all’età di 46 anni. L’ex centrocampista svedese di Bologna, Bari e Lecce ha messo fine alle proprie sofferenze causate da un mieloma multiplo che non gli ha dato tregua nonostante la sua grinta nel combatterlo. Quel mieloma che pareva essere stato sconfitto nel 2010 è invece ritornato a tormentarlo fiaccando le sue difese immunitarie. Ingesson si era da poco ritirato dalla direzione tecnica dell’Elfsborg, club che conduceva dall’anno scorso dalla sedia a rotelle, per curarsi al meglio sotto consiglio dei medici, ammettendo che avrebbe dovuto affrontare una nuova battaglia contro la malattia. Undici giorni fa, Klas dichiarava: “Questa è la decisione migliore per tutti, il mio sistema immunitario non mi permette di andare avanti. Il medico mi ha consigliato di fermarmi e lo farò. I miei anni qui sono stati incredibili e sono orgoglioso di quello che abbiamo fatto tutti insieme. Adesso finiamo bene questa stagione”, segno di come continuasse a pensare al campo nonostante la decisione appena presa. Ingesson non si è mai arreso davanti a niente, né in campo né fuori dal campo e la sua caparbietà nel calcio si rifletteva anche nella vita quotidiana, quindi anche nel modo di affrontare la malattia.

Ingesson aveva giocato in tre squadre in Italia: nel Bari, poi nel Bologna ed infine nel Lecce, dove chiuse la carriera. Con i rossoblù, Klas ha giocato 96 partite totali e messo a segno 9 reti. Centrocampista possente, grintoso ma dotato anche di una buona tecnica, aveva disputato i mondiali statunitensi con la Svezia conquistando il terzo posto finale, salendo alla ribalta per il grande carisma e la grande tenacia del proprio gioco e del proprio carattere.

Print Friendly



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *