Adesso è ufficiale: Pietro Aradori è il primo colpo della Virtus


La Virtus ha ufficializzato l’acquisto di Pietro Aradori che ha scelto il numero 21 per la sua nuova avventura in bianconero

– di Marco Vigarani –

Pietro Aradori vestirà la canotta 21 della Virtus (ph. Brescia Oggi)

Ieri pomeriggio il presidente Alberto Bucci si era sbilanciato e meno di 24 ore dopo ecco che arriva il comunicato ufficiale: “Virtus Pallacanestro è lieta di annunciare l’accordo con Pietro Aradori“. L’attesa è finita e la trattativa portata a termine con pieno successo nonostante rallentamenti ed interferenze nel vestire di bianconero uno dei membri della Nazionale nonchè protagonista da ormai diversi anni del basket italiano. Lunedì avverrà la presentazione ufficiale ma già sappiamo che Aradori ha scelto la canotta numero 21 per affrontare con la Vu Nera sul petto l’anno del rilancio in Serie A della storica formazione bolognese che ha riconquistato immediatamente la categoria con un’imperiosa cavalcata nei playoff. Si tratta di un rinforzo da sogno per coach Ramagli che vede arricchire il proprio roster da uno dei migliori cestisti italiani con la certezza che questo innesto sia il primo di un progetto ambizioso di rilancio della Virtus voluto dall’azionista di maggioranza Massimo Zanetti.

Nato a Brescia nel 1988, ala-guardia di 196 cm, Aradori ha iniziato sin da giovanissimo a giocare a basket in squadre locali con particolare menzione per Casalpusterlengo dove incontra sia Gallinari che il futuro compagno Ndoja prima di ricevere la chiamata di Imola e disputare la LegaDue nel 2006 mettendo subito in mostra un talento di caratura superiore. L’anno successivo è quello del passaggio a Milano con debutto anche in Eurolega per poi passare in prestito a Roma ed arrivare fino alla finale per lo Scudetto. La consacrazione definitiva arriva però a Biella con un 2008/09 da 16.8 punti a partita che gli valgono il premio Reverberi come miglior giocatore italiano. Ecco poi gli anni di successi a Siena con annesso esordio in Nazionale seguiti dall’esperienza a Cantù e quelle all’estero con Galatasaray ed Estudiantes Madrid. L’ultima maglia indossata prima della Virtus è quella di Reggio Emilia chiudendo l’annata 2016/17 con 15.9 punti, 3.4 rimbalzi e 2.8 assist in 28.8 minuti di media a partita.

Print Friendly



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *