Al Catania va tutto bene: Lega Pro a -5 e Coppa Italia


Arrivano solo buone notizie per il Catania che in poche ore ha visto ulteriormente ridotta la pena dal procuratore Palazzi e si è qualificato a tavolino al terzo turno di Coppa Italia

– di Marco Vigarani – 

Il procuratore Stefano Palazzi  (ph. Zimbio)

Il procuratore Palazzi ha chiesto la retrocessione in Lega Pro con 5 punti di penalizzazione per il Catania (ph. Zimbio)

Ieri è stata una giornata decisamente positiva per il Catania che, nel bel mezzo dell’estate che avrebbe potuto portare alla sua morte sportiva, si ritrova in poche ore a sorridere per ben due volte. Il maggior sospiro di sollievo per i tifosi etnei è arrivato dalle richieste di pena proposte dal procuratore Stefano Palazzi in seguito allo scandalo delle partite combinate a suon di centinaia di migliaia di euro sia per conquistare la salvezza che per consentire all’ex presidente Pulvirenti di vincere scommesse con quote elevate. Nonostante il sistema criminale messo in piedi dalla dirigenza del Catania, il collaborazionismo dello stesso ex numero uno del club ha portato ad una richiesta di pena decisamente mite che prevede la retrocessione d’ufficio in Lega Pro da affrontare con un fardello leggero di soli 5 punti di penalizzazione. Per Pulvirenti invece niente radiazione ma un Daspo di 5 anni contro il quale farà comunque ricorso: tra stasera e domani le sentenze.

Il Catania di Pancaro accede a tavolino al terzo turno di Coppa Italia  (ph. Giornali di Sicilia)

Il Catania di Pancaro accede a tavolino al terzo turno di Coppa Italia (ph. Giornali di Sicilia)

Il secondo sorriso per il Catania è poi arrivato dal passaggio del turno a tavolino in Coppa Italia nonostante la sconfitta subita sul campo per mano della Spal. I siciliani infatti, battuti dai ferraresi grazie ad un gol del figlio d’arte milanista Zigoni, hanno presentato ricorso poche ore dopo il triplice fischio finale ottenendo il 3-0 d’ufficio e l’accesso al terzo turno per sfidare il Cesena. La Spal infatti aveva commesso l’ingenuo errore di inserire nella distinta di gara il centrocampista Mattia Finotto che però doveva ancora scontare un turno di squalifica risalente alla Coppa Italia 2013. Ecco allora che la solerzia del Catania nell’evidenziare il problema ha consentito agli uomini di Pancaro di ottenere la qualificazione in attesa di poter disputare il prossimo campionato di Lega Pro.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *