Al via il nuovo Campionato Argentino


La settimana prossima prenderà il via il nuovo formato del Campionato Nazionale di calcio argentino. Non ci saranno più Inicial e Final, ma un unico campionato di 30 giornate

– di Massimo Righi –

Il Racing Club festeggia la vittoria dell'ultimo campionato (ph lanacion.com.ar)

Il Racing Club festeggia la vittoria dell’ultimo campionato (ph lanacion.com.ar)

Il campionato argentino, fino al 2014, si disputava in due fasi denominate Inicial (ex Apertura) e Final (ex Clausura). Al termine di ciascun campionato, corrispondenti alle nostre andata e ritorno, veniva assegnato un titolo nazionale. In seguito, i rispettivi vincitori si affrontavano in un match secco detto Super Final, nel quale veniva assegnata la “Copa Campeonato”, un riconoscimento finale importante, ma non paragonabile alla vittoria dei singoli campionati.

Da quest’anno, le cose cambieranno. Il prossimo weekend (13-16 febbraio), partirà il Campionato Nazionale Argentino con un formato differente, completamente rinnovato. Ci sarà un unico campionato annuale giocato da 30 squadre. A questo nuovo torneo, prenderanno parte le 20 squadre dell’ultima Primera Division più 10 formazioni promosse dalla B Nacional. Le partite verranno giocate in gara unica, per un totale di 29 giornate complessive, più un 30° turno esclusivo, corrispondente alla 24ma giornata, dove si disputeranno i Clasicos (Derby) presenti nella divisione, per esempio, River Plate-Boca Juniors, Racing Club-Independiente, Rosario Central-Newell’s Old Boys, ecc, che saranno le uniche partite che verranno giocate due volte nella stagione. Alla fine delle 30 giornate di campionato, sarà assegnato un unico titolo di Campione d’Argentina. Il nuovo torneo si svolgerà dal 15 febbraio all’8 novembre, con una sosta per la Coppa America dal 31 maggio al 12 luglio.

Le retrocessioni – Basate sul sistema del Promedio, si decideranno attorno ad una classifica speciale, che tiene conto della media dei punti fatti da ogni squadra nelle partite giocate in Primera Division, dall’ultima stagione fino ai due precedenti campionati. Si continua a premiare pertanto la continuità di rendimento sul periodo triennale, ma a retrocedere in B Nacional saranno solo due squadre anziché tre, com’è stato sino ad oggi.

Coppa Libertadores – Saranno 5 i posti disponibili per la qualificazione alla Coppa Libertadores. Con questa riforma, avranno diritto ad accedere alla Champions League sudamericana la vincitrice del Campionato, la seconda in classifica, la vincitrice della Coppa Argentina (la Coppa di Lega), la miglior classificata nella precedente edizione della Coppa Sudamericana, più una quinta squadra che sarà determinata dalla “Liguilla pre Libertadores”, un mini campionato che vedrà impegnate le squadre dalla terza alla sesta posizione del campionato.

Coppa Sudamericana – Per poter partecipare alla Coppa Sudamericana (l’Europa League sudamericana), bisognerà vincere la Supercoppa Argentina, un trofeo assegnato mediante partita unica in campo neutro, tra i Campioni d’Argentina ed i vincitori della Copa Argentina. I restanti cinque posti in palio, saranno assegnati alle squadre meglio classificate in un altro mini torneo chiamato “Liguilla pre Sudamericana” chiamando in causa le prime 18 squadre del campionato al momento dell’inizio della Liguilla. Le squadre dal 7° al 18° posto inizieranno dal primo turno, le altre 6 entreranno in gioco nel turno successivo.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *