Al via la Coppa d’Asia: duello Australia-Giappone


Inizia oggi la Coppa d’Asia che vede tra le favorite i campioni in carica del Giappone e l’Australia, paese ospitante. Ai nastri di partenza per la prima volta anche la Palestina

– di Marco Vigarani –

Oggi al via la Coppa d'Asia in Australia (ph FIFA)

Oggi al via la Coppa d’Asia in Australia (ph FIFA)

L’Asia è pronta ad eleggere la sua regina ed anche gli occhi dell’Occidente sono pronti a guardare con interesse la AFC Asian Cup che vede iniziare oggi la sua sedicesima edizione a Melbourne. Sembra decisamente strano che la Coppa d’Asia si giochi in Australia ma ormai dal 2007 la formazione oceanica ha chiesto ed ottenuto di far parte della federazione confinante per innalzare il livello agonistico delle competizioni giocandosi anche la vittoria finale nell’ultima edizione vinta dal Giappone di Zaccheroni. Proprio la Nazionale del Sol Levante, forte di talenti come i milanesi Nagatomo e Honda o i tedeschi Kagawa e Okazaki, si candida ad un posto da assoluta protagonista andando a caccia del quinto successo. Gli avversari più temibili sembrano essere gli australiani padroni di casa che, pur umiliati pochi mesi fa al Mondiale in Brasile, posseggono in rosa giocatori di qualità ed esperienza (per chi se lo chiedesse, c’è ancora anche Mark Bresciano) ma che dovranno anche fare i conti sin dalla fase a gironi con un’altra formazione quotata come la Sud Corea. Si parte oggi con la prima sfida e la finalissima è stata fissata per il 31 di gennaio a Sydney: per tutti gli interessati italiani l’appuntamento con la diretta è ogni mattina su Eurosport.

Il milanista Honda sarà protagonista in Coppa d'Asia (ph Zimbio)

Il milanista Honda sarà protagonista (ph Zimbio)

Il fascino di queste competizioni però risiede nelle storie che possono raccontare ed allora ecco che nei quarti di finale si potrebbero scontrare sul campo le due Coree, ammesso che quella del Nord riesca nel vero miracolo di accedere alla fase successiva. Seguendo il ranking FIFA poi bisognerebbe tenere d’occhio anche Iran ed Uzbekistan, rispettivamente seconda e quarta potenza continentale, ma la vera mina vagante della competizione sarà l’Iraq, vincitrice della penultima edizione. Quest’anno però sarà segnato anche dalla prima volta della Palestina che si è aggiudicata la qualificazione vincendo un torneo preliminare dedicato esclusivamente ai Paesi asiatici emergenti e che, pur non rappresentando un soggetto di diritto ufficialmente riconosciuto ed avendo sul territorio appena una ventina di squadre professionistiche, si presenta ai nastri di partenza soprattutto con l’obiettivo di mantenere alta l’attenzione sulle vicende politiche e belliche che da decenni sconvolgono l’area. Per gli osservatori europei la Coppa d’Asia sarà soprattutto però l’occasione di scovare qualche talento in grado di portare anche nuovi introiti a livello commerciale da Paesi emergenti.

 

GRUPPO A GRUPPO B GRUPPO C GRUPPO D
Australia Uzbekistan Iran Giappone
Sud Corea Cina Emirati Arabi Giordania
Oman Arabia Saudita Qatar Iraq
Kuwait Nord Corea Bahrein Palestina

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *