Albania, la storia è qui! Francia, 1 punto e 3 traverse


L’Albania batte la Romania 1 a 0 e spera. Svizzera vs Francia 0 a 0: Pogba show e festival delle traverse; Deschamps resta primo, Petkovic secondo

– di Tiziano De Santis –

Sadiku colpisce di testa per l'1 a 0 Albania (ph. gazzetta.it)

Sadiku colpisce di testa per l’1 a 0 Albania (ph. gazzetta.it)

Pronti, partenza, via: i due match finali del Gruppo A dell’Europeo hanno inizio, in contemporanea, alle 21.00. A Lione, l’Albania di Gianni De Biasi, reduce dalle due sconfitte con Francia e Svizzera, sfida la Romania di Anghel Iordanescu, priva di due fulcri come Pintilli e Rat. La delicatezza del match è direttamente proporzionale alla voglia di vincere di entrambe le squadre; a cominciare meglio sono i Tricolori, che impegnano, con Stancu, i pugni di Berisha. Se, da un lato, il pressing alto schiaccia la prudenza albanese, dall’altro le ripartenze delle Aquile fanno male e non poco: la prima nitida occasione la crea e spreca Lenjani, che si divora il gol di sinistro nonostante la vicinanza alla porta spalancata. Basta un pericolo apportato agli avversari per far salire di baricentro il team del ct De Biasi: al 43′, sul traversone di Memushaj, il tempo si ferma e l’unico a correrne più veloce è Tatarusanu, che esce male dai pali tentando un anticipo impossibile, vinto dalla propria scelta e dal colpo di testa di Sadiku. Il numero 10 rimette in moto una storia appena scritta, firmando il primo gol dell’Albania nell’Europeo. Se a quel “primo” ci aggiungiamo anche la specificazione “della vittoria”, allora il capolavoro viene portato a compimento. Sì, perchè la tenacia e la compattezza della ragnatela messa in campo dagli undici di De Biasi funziona alla grande, più del massimo sforzo rumeno, che si schianta sulla traversa sulla potente conclusione di Andone. I 5 minuti di recupero grondano di disordine sulla sponda dei Tricolori, di forza e determinazione nella testa delle Aquile, che raggiungono la prima vittoria scavalcando in classifica proprio la Romania. Al ct dei rapaci dei Balcani non resta che sperare in un possibile (ma non probabile) ripescaggio per continuare il sogno europeo.

ROMANIA-ALBANIA 0-1
Romania (4-2-3-1): Tatarusanu; Sapunaru, Chiriches, Grigore, Matel; Hoban, Prepelita (46′ Sanmartean);Popa (68′ Andone), Stanciu, Stancu; Alibec (57′ Torje).
Allenatore:Anghel Iordanescu.
Albania (4-3-3): Berisha; Hysaj, Ajeti, Mavraj, Agolli; Abrashi, Basha (83′ Cana), Memushaj; Lila, Lenjani (77′ Roshi), Sadiku (59′ Balaj). Allenatore: Gianni De Biasi.
Arbitro: Kralovec P.
Marcatori: Sadiku (43′)
Ammoniti: Matel(R.), Sapunaru(R.), Torje(R.); Basha(A.), Memushaj(A.), Hysaj(A.).

Pogba si dispera dopo la traversa colpita (ph. ilpost.it)

Pogba si dispera dopo la traversa colpita (ph. ilpost.it)

Mentre a Lione l’Albania è intenta a scrivere la storia, la Francia di Didier Deschamps, a punteggio pieno, cerca la vittoria contro la Svizzera di Petkovic, reduce da 3 punti ottenuti con le Aquile e 1 con la Romania. Allo stadio Pierre Mauroy, va in scena la classe, il fisico e il talento di Paul Pogba: lo juventino gioca un gran primo tempo, colpendo per due volte la traversa, la prima sulla conclusione respinta in qualche modo da un Sommer non perfetto, la seconda dopo un fulmine pazzesco, di sinistro, sparato da fuori area. La Svizzera gioca un buon calcio ma l’estro dei francesi è di un altro livello; e allora ecco Payet subentrare a Coman nella ripresa, ed è proprio l’8 del West Ham a sfiorare il terzo gol in tre partite con un destro al volo di rara bellezza, ma la fortuna si rivela nuovamente avversa ai Blues: ancora una traversa nell’ultimo brivido del match, che termina, così, sul risultato di parità e privo di marcature. Uno 0 a 0 che consolida, nel Gruppo A, il primato della Francia (che aspetta una terza per l’ottavo) e la seconda posizione per i Rossocrociati (con problemi in fase realizzativa e in attesa di una tra Polonia, Germania e Nord Irlanda).

SVIZZERA-FRANCIA 0-0
Svizzera (4-2-3-1): Sommer; Lichtsteiner, Djourou, Schar, Rodriguez; Behrami, Xhaka; Shaqiri (79′ Fernandes), Dzemaili, Mehmedi(86′ Lang), Embolo (74′ Seferovic). Allenatore: Vladimir Petkovic.
Francia (4-3-3): Lloris; Sagna, Rami, Koscielny, Evra; Sissoko, Cabaye, Pogba; Coman (63′ Payet), Gignac, Griezmann (77′ Matuidi). Allenatore: Didier Deschamps.
Arbitro: Skomina D.
Ammoniti: Rami (Fra.), Koscielny (Fra.).

Classifica Gruppo A: Francia (7); Svizzera (5); Albania (3); Romania (1)

 

 

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *