Alla scoperta del Cittadella di Foscarini


Analisi del Cittadella di mister Foscarini che sarà ospite al Dall’Ara nel prossimo turno di campionato

– di Massimo Righi –

Claudio Foscarini, alla guida del Cittadella da dieci anni

Claudio Foscarini, alla guida del Cittadella da dieci anni

Cenni storici – Il Cittadella è un club calcistico molto giovane dal momento che è nato solo nel 1973 dalla fusione di due squadre della città, ovvero la Cittadellese e l’Olimpia. Dopo anni di militanza nelle serie inferiori, si affaccia al mondo del professionismo a fine anni ’80 con la promozione in serie C2, per poi arrivare in C1 a fine anni ’90. Ma la serie B conquistata per la prima volta nel 2000 è il primo vero traguardo di successo del club amaranto. Ciononostante, il sogno dura poco e l’anno successivo è di nuovo serie C. Dal 2008 però il Cittadella staziona stabilmente in serie cadetta, dopo aver anche raggiunto i playoff per la serie A nella stagione 2009/10, venendo eliminato dal Brescia.

L’allenatore – Mister Claudio Foscarini è alla guida del Cittadella da 10 anni consecutivi. Un record condiviso con Giovanni Trapattoni che dal ’76 all’86 allenò la Juventus. Veneto, classe 1958, è un ex centrocampista con trascorsi nell’Atalanta. Una volta appesi gli scarpini al chiodo nel 1991, Foscarini ha intrapreso la carriera di allenatore partendo dalla Virescit Bergamo, che ritroverà come Alzano Virescit, qualche anno dopo portando il club bianconero fino alla promozione in serie B, rimanendo in sella alla guida tecnica del club per 4 stagioni. Dopo una parentesi al Rimini in C2, nel 2003 approda al Cittadella del quale, dal 2005, diventa tecnico della prima squadra. I suoi moduli di gioco prediletti sono i classici 4-4-2 e 3-5-2, ma dalle prime battute del campionato in corso, Foscarini ha provato anche il 3-4-1-2 con alterne fortune.

La squadra – Il rinnovamento della rosa in casa Cittadella è stato abbastanza sostanzioso. Per la porta è arrivato Alex Valentini dallo Spezia, mentre in difesa sono giunti Scaglia e Cappelletti da Torino e Palermo e l’esperto Donazzan dal Mantova a rafforzare il reparto. A centrocampo, gli arrivi di Benedetti, Palma e Barreca si aggiungono a quello importantissimo di Nicola Rigoni, proveniente dalla Reggina e autentico colpo del mercato estivo dei veneti. Sempre dalla squadra calabrese, in attacco, è arrivato Gerardi, prima punta reduce da 12 gol e già a segno due volte nel campionato in corso. Assieme a lui, da Carpi via Verona è stato prelevato il veterano Alessandro Sgrigna, vero e proprio giocatore adatto alla categoria che ha fatto ritorno al Cittadella dopo il biennio 2003/05, dove mise a segno ben 25 reti in 65 gare totali.

Formazione ideale – Ecco la proposta di una formazione del Cittadella, sulla base dei migliori uomini a disposizione nella rosa (in maiuscolo i nuovi arrivati): VALENTINI; CAPPELLETTI, SCAGLIA, Pellizzer; BARRECA, Benedetti, Lora, N. RIGONI; SGRIGNA; Coralli, GERARDI

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *