Alla scoperta del Lanciano di D’Aversa


Presentazione della Virtus Lanciano, prossima avversaria del Bologna, che nel ventunesimo ed ultimo turno del girone d’andata di serie B, ospiterà i rossoblù domenica pomeriggio

– di Massimo Righi –

Il tecnico del Lanciano Roberto D'Aversa (ph. lancianonews.net)

Il tecnico del Lanciano Roberto D’Aversa (ph. lancianonews.net)

Cenni storici – Il Lanciano nasce nel 1919 e diventa la principale società calcistica dell’omonima città. Nella propria storia, il club rossonero d’Abruzzo ha disputato per 26 volte campionati a carattere regionale, mentre in 28 occasioni ha preso parte a tornei nazionali dalla C2 alla Promozione. Sono quindi in minoranza le partecipazioni ai campionati di Prima Divisione Lega Pro, ex C1, così come ancora meno sono le presenze alla serie B, serie in cui milita ora il club, al terzo anno consecutivo dopo la prima storica promozione nella serie cadetta, ottenuta nel 2012. Nel 1999, il Lanciano si è forgiato del titolo di Campione d’Italia Dilettanti, unico in trofeo vinto dagli abruzzesi. Dal 2008, il club ha assunto l’attuale denominazione di S. S. Virtus Lanciano 1924.

L’allenatore – La guida tecnica del Lanciano è affidata a Roberto D’Aversa, ex centrocampista scuola Milan che ha chiuso la carriera proprio nel club abruzzese fino al 2013. Classe 1975, D’Aversa ha militato in serie B per gran parte della sua carriera, affacciandosi spesso anche alla serie A. Dopo il ritiro dal calcio agonistico avvenuto poco più di un anno fa, è diventato responsabile dell’area tecnica del club e poi allenatore della prima squadra nel giugno scorso. Il suo modulo preferito è il 4-3-3, schema di gioco che ha proposto per tutte le partite del campionato in corso.

La squadra – Dopo il decimo posto conquistato nella serie B 2013/14, il Lanciano ha perso diversi elementi rientrati dai prestiti come il portiere Sepe, il terzino De Col, i centrocampisti (ora al Bologna) Buchel e Casarini, Minotti e gli attaccanti Falcinelli, Comi e Ragatzu. Al loro posto, il club ha ottenuto il terzino Conti ed il portiere Nicolas, i promettenti centrocampisti Agazzi e Gatto dall’Atalanta, lo svincolato Bacinovic e Grossi dal Verona. In attacco sono arrivati i promettenti Cerri dal Parma e Monachello dal Monaco, entrambi in prestito. Sono invece stati confermati alcuni elementi chiave come i difensori Aquilanti, Troest e capitan Mammarella, i centrocampisti Vastola, Paghera e Di Cecco, mentre in attacco sono rimasti Piccolo, Turchi ed il senegalese Thiam.

Formazione ideale – Considerando che il Lanciano giocherà sulla base del 4-3-3, il club abruzzese al completo del proprio organico, si schiera così (in maiuscolo i nuovi): NICOLAS; CONTI, Troest, Aquilanti, Mammarella; Paghera, Vastola, Di Cecco; GATTO, Piccolo (Thiam), MONACHELLO

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *