Alla scoperta del Napoli, Russo: “A Bologna Diawara titolare. Turnover? Sarri in quattro gare ufficiali ha già utilizzato 18 giocatori”


Antonio Russo, direttore di goldelnapoli.it, ci presenta il Napoli. Possibile turnover con Diawara che dovrebbe partire dal 1′ al posto di Jorginho.

-di Luca Nigro-

Maurizio Sarri alla terza stagione sulla panchina del Napoli (ph. zimbio)

E’ la squadra che ha operato meglio nell’ultimo calciomercato e quest’anno si candida seriamente alla conquista dello scudetto. Il Napoli di Sarri, si ripresenta domani ser al Dall’Ara dopo il roboante 7-1 dello scorso anno desideroso di aggiungere altri tre punti ai sei già conquistati nelle prime due giornate. Dicevamo del mercato: riconfermando tutti i giocatori migliori e aggiungendo qualche acquisto di qualità, vedi ad esempio Ounas, gli azzurri sono quelli, che a parer mio, hanno fatto le scelte più azzeccate. Un anno in più di lavoro con Sarri non può che ulteriormente migliorare una squadra che dà già spettacolo e in molti casi annichilisce gli avversari attraverso il gioco (il Nizza ne sa qualcosa). Il gioco, appunto. Il Napoli con il suo 4-3-3 pratica un calcio semplice, muove la palla con rapidità alzandola raramente da terra. La fitta rete di passaggi fa spesso sfiancare gli avversari che, quando perdono palla, subiscono la velocità degli attaccanti bravi a concludere in brevi fraseggi. I tagli senza palla, le sovrapposizioni, sono il pane quotidiano e cercare di aggredire alto il Napoli spesso costa molto caro: siamo sicuri che Donadoni non ricommetterà lo stesso errore. Sono le trame di gioco elaborate ad altissima velocità a rendere letali i partenopei: inserimenti delle mezzali e cambi di gioco sull’esterno mandano in tilt le difese avversarie. Come detto, 2 partite sei punti contro Verona e Atalanta, 6 gol fatti e 2 subiti, 32 tiri verso lo specchio della porta e 52 cross effettuati. Sembra un Napoli imbattibile, forse lo è. Sicuramente Antonio Russo, direttore di goldelnapoli.it, lo conosce meglio di tanti altri ed è lui che ci aiuta a capire che Napoli vedremo domani al Dall’Ara: “C’è chi dice no a turnover e rotazioni, intanto Maurizio Sarri in quattro gare ufficiali ha utilizzato 18 calciatori ricevendo gol sparsi. Attende una chiamata anche il franco algerino, ora che ha messo da parte l’infortunio patito a Monaco di Baviera. Ounas è felice a Napoli, lo posta e si candida. C’è chi prevede al Dall’Ara di Bologna turnover o rotazioni in chiave Champions, altri che si chiedono se in avanti ci sarà la formula con I tre frizzi e lazzi, o il ritorno del riferimento avanzato Arek Milik dal primo minuto. Hamsik o Zielinski nei tre in mezzo? Lo scopriremo solo alla pubblicazione del tweet del club a poche ore dalla terza giornata del massimo campionato italiano.

Amadou Diawara contende a Jorginho una maglia da titolare (ph. zimbio)

Forza del calcio moderno sempre più social, fatti di comunicati e di allenamenti a porte chiuse per i media. Accade in Italia, nella nazione del pallone, dove il Napoli sarriano per i più detta legge per estetismo calcistico. A Bologna ne sanno qualcosa, dopo l’1-7 della scorsa annata. L’unica opzione scontata appare l’utilizzo di Diawara per Jorginho, visto che l’italobrasiliano è reduce da una botta alla caviglia subita a Castel Volturno durante la sosta. I componenti del 4-3-3 iniziale per domenica sera si conosceranno solo nell’ultimo warm up mattutino in terra felsinea. Si registrano anche le candidature, nel bel mezzo della difesa, di Chiriches e Maksimovic, ma non è facile scalzare il “muro” titolare composto da Albiol e Koulibaly. Non è facile, inoltre, cambiare il pensiero sarrista. Quindi Ounas e Milik dovranno ancora attendere, come Zielinski e Rog. Per adesso nel calcio dei grandi restano tre sostituzioni, quindi potenzialmente i cambi sono tre. Milik per Mertens, il talento polacco per il capitano azzurro, e il “principino” croato per il diesel Allan. Ma poi ogni gara fa storia a se, e quindi a partita in corso ci potrebbe essere una chance per Ounas, se Sarri deciderà di far rifiatare solo uno dei sui tre centrocampisti”. In cabina di regia dovrebbe toccare dunque a Diawara, che ritroverà, c’è da scommetterci, i sonori fischi dei suoi ex tifosi. E poi c’è il dubbio centravanti: in condizioni normali giocherà Mertens, nonostante l’esordio in Champions a Donetsk sia dietro l’angolo. Il problema per la squadra di Sarri, se proprio se ne vuol trovare uno, sarà quello inerente alle condizioni metereologiche. Domenica su Bologna sono previsti dai 5 ai 7 millimetri d’acqua per quasi tutto il giorno e con un terreno di gioco ai limiti della praticabilità, il nove più adatto sarebbe Milik. Ovvio che con un rettangolo verde pieno d’acqua la palla si alzerebbe spesso e questo aspetto potrebbe favorire il Bologna. Tuttavia, quando ti ritrovi questo Napoli davanti, il condizionale è sempre d’obbligo. Bisogna solo attendere ancora qualche ora, con la speranza di assistere ad una bella partita e non ad un acquitrino che potrebbe portare, in caso estremo, anche al rinvio della gara.

Probabile Formazione (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Diawara, Hamsik; Insigne, Mertens, Callejon. All.: Maurizio Sarri.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *