All’Olimpico 50% di vittorie Lazio: sfida quasi impossibile per il Bologna


Sono 36 le vittorie della Lazio su 72 precedenti ed oggi i biancocelesti viaggiano a ritmo da record sospinti dai gol di Immobile. Il Bologna spera in Palacio

– di Marco Vigarani –

Il rigore fantasma concesso nel finale dell’ultimo Lazio-Bologna

STORIA – Comprendendo tutte le competizioni disponibili, sono già 72 i precedenti giocati all’Olimpico tra Lazio e Bologna e nella metà esatta dei casi i padroni di casa sono usciti dal campo vittoriosi. Basterebbe forse questo a dimostrare la difficoltà dell’impegno odierno dei rossoblù che in tanti anni sono riusciti a fare il colpo a Roma soltanto 14 volte finendo per benedire anche i 22 pareggi che completano la statistica. Impietoso anche in conto dei gol con 124 di marca biancoceleste ed appena 77 realizzati dai felsinei: sicuramente non ha aiutato tale statistica la clamorosa goleada subita nel 2013. Risulta allora quasi incoraggiante constatare che ben 5 successi del Bologna sono stati collezionati negli ultimi 40 anni.

STATISTICHE – Non aiuta l’ottimismo sapere inoltre che la Lazio ha già stabilito un record segnando 66 gol nel campionato in corso e che pure il suo centravanti Ciro Immobile è il miglior attaccante dei principali cinque campionati europei con 24 reti. Il Bologna invece non solo ha perso più gare di chiunque altra squadra di Serie A nel 2018, ma nelle ultime due partite ha tirato in porta soltanto una volta in totale. Parliamo di rigori? Non si può sorridere visto che la Lazio ha già realizzato 7 gol penalty mentre invece il Bologna è una delle uniche due squadre a non aver ancora segnato dal dischetto. E chi non si ricorda il rigore inesistente concesso solo la scorsa stagione alla Lazio nel finale di gara? Aggrappiamoci allora a Rodrigo Palacio che ha nella porta biancoceleste il suo bersaglio preferito in A: sono 7 le reti realizzate dall’argentino nei 13 precedenti disputati.

2016/17 – 16 ottobre 2016, 1-1 (Helander, Immobile)
2015/16 – 22 agosto 2015, 2-1 (Biglia, Kishna, Mancosu)
2013/14 – 18 maggio 2014, 1-0 (Biglia)
2012/13 – 5 maggio 2013, 6-0 (Klose, Hernanes, Klose, Klose, Klose, Klose)
2011/12 – 11 marzo 2012, 1-3 (Portanova, Diamanti, autogol Rubin, Krhin)
2010/11 – 12 settembre 2010, 3-1 (Mauri, Rocchi, Mudingayi, Hernanes)

Igli Tare in azione in maglia rossoblu nel 2004 (ph. Getty Images)

EX – Parlare di ex oggi risulta praticamente inutile visto che l’unico è Davide Di Gennaro che visse la sua prima stagione da professionista a Bologna nel 2007/08 collezionando 24 presenze e 2 gol mentre invece oggi vive da comparsa nella Lazio. Sicuramente più interessante la sfida in tribuna tra gli ex centravanti ed oggi dirigenti Igli Tare (57 partite e 12 gol in rossoblù tra il 2003 e il 2005) e Marco Di Vaio (laziale che ha esordito in biancoceleste nell’annata 1993/94 totalizzando poi 17 presenze e 6 gol in tre stagioni).

ALLENATORI – Considerata la poca esperienza di Simone Inzaghi in panchina, i suoi precedenti contro il Bologna corrispondono a quelli contro il collega Roberto Donadoni e parlano di 2 vittorie e 1 pareggio mentre invece il tecnico bergamasco ha una storia difficile contro la Lazio (3 vittorie, 4 pareggi e 8 sconfitte).

ARBITRO – Direzione di gara affidata oggi al 45enne pugliese Antonio Damato che ha esordito in Serie A nel 2006 e da allora ha collezionato 190 partite. Nessuna delle due squadre può essere statisticamente troppo contenta della designazione visto che la Lazio ha ottenuto 12 vittorie, 7 pareggi e 10 sconfitte mentre il Bologna è fermo a 5 vittorie, 3 pareggi e 8 sconfitte. L’arbitro odierno ha già diretto questa sfida due volte al Dall’Ara nel 2010 (0-2) e nel 2012 (0-0).

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *