Ancelotti conquistatore d’Europa: diventa re di Germania e regala al Bayern il 5° titolo di fila. Pareggi senza reti per Dortmund e Lipsia


Il commento della 31^ giornata di Bundesliga: Ancelotti conquista il Meisterschale. E’ il primo italiano a vincere 4 dei 5 campionati maggiori d’Europa

– di Tiziano De Santis –

Robert Lewandowski esulta coi compagni dopo aver segnato la doppietta in Wolfsburg-Bayern 0-6 (ph. Zimbio.com)

Allo sbando? Ancora arenato alla nottataccia di Madrid? Alla fine di un ciclo? No, attenzione a parlare di quel Bayern Monaco nettamente superiore a tutti in territorio tedesco, attenzione a stemperare l’orgoglio di quei mostri in rosso capaci di mettere in bacheca, nonostante qualche frenata di troppo, il 27° titolo della storia di un club tra i più prestigiosi al mondo. Già, perchè nella 31^ giornata di Bundesliga, la corazzata di Carletto Ancelotti demolisce letteralmente, in trasferta, il Wolfsburg di Andries Jonker, quartultimo della classe e ben lontano dalle aspettative di inizio stagione. Il match della Volkswagen-Arena finisce 0-6 per i Rothen, tanto per cambiare campioni di Germania 2017: una gara senza storia sin dall’inizio, da quando, cioè, Alaba, su punizione pennella una traiettoria imprendibile per Casteels al 19′ di un primo tempo che si chiuderà con un triplice vantaggio per gli ospiti, complice la doppietta del bomber d’attacco Lewandowski tra il 36′ e il 45′. La ripresa è ancora di colore rosso: Robben, Muller e Kimmich non hanno problemi nello sfondare la compagine difensiva avversaria per altre tre volte et voilà! Quinto Meisterschale consecutivo e quarto campionato più importante d’Europa in cassaforte per Ancelotti, che, dopo lo scudetto italiano, la Premier League e la Ligue 1, riesce a inglobare nel proprio Palmares anche il titolo tedesco, diventando il primo allenatore italiano a conquistare quattro titoli in altrettanti Paesi diversi del nostro continente ed entrando con merito nella classifica dei top 10 allenatori più vincenti della storia del calcio.  Il tutto è reso possibile anche grazie alla frenata del Lipsia di Ralph Hasenhüttl, che non va oltre lo 0-0 contro l’Ingolstadt – penultimo – davanti ai propri tifosi. Ad arrestarsi bruscamente è anche il Dortmund di Thomas Tuchel, costretto a uno scialbo 0-0 casalingo dalla buona difesa del Colonia, complice, pertanto, del sorpasso in classifica dell’Hoffenheim proprio ai danni delle Vespe della Vestfalia. Il team di Julian Nagelsmann, infatti, supera di misura il Francoforte tra le mura amiche, portandosi in 3^ posizione a -5 dal Lipsia. Vince anche il Werder Brema di Alexander Nouri: ai bianconeri bastano le reti di Bartels e Kruse per spegnere l’Hertha Berlino altalenante di Pal Dardai. Chi ancora non si dà per vinto, nonostante l’ultimo posto solitario in graduatoria, è il Darmstadt, che conquista la terza vittoria consecutiva ai danni del Friburgo, travolto 3-0 grazie alle marcature di Platte, Gondorf e Schipplock. Perde, invece, in casa il Mainz di Martin Schmidt, capace di soccombere sotto il doppio colpo del Monchengladbach firmato Stindl e Schulz e di riaprire il match troppo tardi con Muto. Schalke e Augsburg, infine, non hanno problemi nel liquidare Leverkusen e Amburgo rispettivamente per 1-4 e 4-0.

Risultati 31^ giornata:
Leverkusen – Schalke 1-4

RB Lipsia – Ingolstadt 0-0

Mainz – Monchengladbach 1-2

Dortmund – Colonia 0-0

Darmstadt – Friburgo 3-0

Brema – Hertha 2-0

Wolfsburg – Bayern 0-6

Augsburg – Amburgo 4-0

Hoffenheim – Francoforte 1-0

Classifica:

Bayern 73; RB Lipsia 63; Hoffenheim 58; Dortmund 57; Hertha 46; Brema 45; Friburgo 44; Colonia, Mönchengladbach 42; Schalke, Francoforte 41; Leverkusen 36; Augsburg 35; Mainz, Wolfsburg, Amburgo 33; Ingolstadt 29; Darmstadt 24

 

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *