Anche la Lazio saluta l’Europa: tutti i risultati di EL


 Biancocelesti ko contro lo Sparta Praga e contestati. Ok Dortmund e Liverpool, rimonta Braga

– di Luigi Polce –

All'Olimpico fa festa lo Sparta Praga (ph. corrieredellosport)

All’Olimpico fa festa lo Sparta Praga (ph. corrieredellosport)

Dopo la due giorni di Champions League, si chiude anche il turno di Europa League con il ritorno degli ottavi di finale. Per il nostro calcio un’altra pagina nerissima, visto che la Lazio non è riuscita a difendere l’1-1 di una settimana fa contro lo Sparta Praga, perdendo per 3-0 in un Olimpico furibondo contro squadra e Lotito, oggetto di un lancio ripetuto di monete durante la contestazione andata in scena. Pioli aveva definito l’Europa come il grande obiettivo di una stagione altrimenti ampiamente compromessa in campionato, ma non ha avuto dai suoi le risposte che si aspettava: tra il 10′ e il 12′ Dockal e Krejci portano i cechi sul doppio vantaggio, mentre Julis allo scadere della prima frazione cala il tris. Nella ripresa i biancocelesti tentano timidamente di alleggerire il passivo, senza però grossi risultati. Va fuori dunque la Lazio e con essa il calcio italiano, assente nei quarti di finale di una competizione europea come non succedeva dalla stagione 2000/01. Nelle altre partite delle 19, il Villareal controlla a Leverkusen il 2-0 dell’andata e strappa il pass per il turno successivo (0-0), mentre nel derby spagnolo tra Valencia e Athletic Bilbao hanno la meglio i baschi i quali, sotto di due per via delle reti di Mina e Aderlan, accedono ai quarti per il gol in trasferta segnato dal solito Aduriz.

Pallonetto dolcissimo di Coutinho a scavalcare De Gea, Liverpool ai quarti (ph. theguardian)

Pallonetto dolcissimo di Coutinho a scavalcare De Gea, Liverpool ai quarti (ph. theguardian)

Nell’altro derby di serata tra Manchester United e Liverpool invece hanno la meglio i Reds, ai quali basta un 1-1 all’Old Trafford considerato il 2-0 dell’andata. Protagonista assoluto l’ex Inter Coutinho, che regala il punto del pari dopo l’iniziale vantaggio dal dischetto di Martial. Altre due vecchie conoscenze del nostro calcio, per dei trascorsi sulla Milano sponda rossonera, sugli scudi: Rami apre le danze nel 3-0 finale del Siviglia sul Basilea, completato da una doppietta da autentico rapace d’area di Gameiro; Aubameyang mette a segno una bella doppietta a White Hart Line regalando il successo al Borussia Dortmund sul Tottenham anche nella gara di ritorno (2-1). Infine, Eduardo permette allo Shakhtar di espugnare il campo dell’Anderlecht, mentre il Braga ribalta lo 0-1 maturato in Turchia seppellendo il Fenerbahce sotto una valanga di gol (4-1 il finale), con i gialloneri che chiudono la sfida addirittura in otto uomini.

 

 

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *