Atletico avanti ai rigori, City ok senza gol


Sono Atletico Madrid e Manchester City le due qualificate ai quarti di Champions League della serata di ieri: gli spagnoli passando attraverso la lotteria dei rigori e gli inglesi con uno 0-0

– di Marco Vigarani –

Servono sedici rigori per qualificare l'Atletico Madrid (ph. UEFA)

Servono sedici rigori per qualificare l’Atletico Madrid (ph. UEFA)

Non si può certamente affermare che la serata di ieri sia stata un esempio spettacolare di quanto la Champions League può offrire visto che entrambe le gare in programma si sono concluse senza gol. Sono però Atletico Madrid e Manchester City a fare un passo avanti conquistandosi i quarti di finale eliminando rispettivamente PSV e Dinamo Kiev. Gli spagnoli di Simeone sono scesi in campo come sempre pronti alla battaglia nonostante uno schieramento olandese prudente e hanno collezionato un buon numero di occasioni già dai primi minuti trovando però sulla propria strada l’ispiratissimo portiere Zoet, già decisivo nella gara d’andata. L’Atletico si è giocato tutte le sue carte nella ripresa inserendo anche l’ex milanista Torres che non è andato oltre qualche insidiosa iniziativa senza esito mentre l’occasione più ghiotta è capitata al PSV con Locadia fermato soltanto dal palo. A gara regolare conclusa, si è andati avanti attraverso due noiosi supplementari giungendo alla lotteria dei calci di rigore: ne sono stati calciati complessivamente ben sedici prima che Narsingh fallisse ed invece Juanfran consentisse agli iberici di esultare.

Otamendi e Kompany ko per il City (ph. UEFA)

Otamendi e Kompany ko per il City (ph. UEFA)

Ancor meno pirotecnica la sfida di Manchester che ha visto il City contenere gli avversari grazie all’ottimo successo per 3-1 della gara d’andata. A complicare i piani di Pellegrini ci ha pensato la sfortuna con due infortuni in pochi minuti ad entrambi i centrali difensivi Kompany ed Otamendi che hanno costretto il tecnico argentino ad improvvisare una retroguardia quasi inedita. La Dinamo ha provato a spingere sull’acceleratore trovando però pochi spazi ed un ottimo Hart a dare una mano in caso di necessità. Spese tante energie senza ottenere nulla, gli ospiti sono calati nella ripresa consentendo a Tourè, Aguero e Navas di costruire occasioni importanti colpendo anche un palo proprio con lo spagnolo ma la gara non si è smossa dallo 0-0 che consente al City di festeggiare l’accesso ai quarti di finale di Champions League per la prima volta nella sua storia mantenendo allo stesso tempo inviolato il terreno inglese per la formazione di Kiev.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *