Austria 2018, giorno 4: palestra, tattica e paura per Donsah


Oggi doppio allenamento per il Bologna tra palestra e campo nell’ultimo giorno in Austria. Problemi per Dijks e Donsah

– di Marco Vigarani –

Volge ormai al termine anche la seconda fase del ritiro estivo del Bologna che fra una decina di giorni sarà chiamato all’esordio stagionale in Coppa Italia contro Padova o Monza. Oggi ultima giornata intera in Austria prima del ritorno in Italia previsto per domani pomeriggio in vista del test di sabato contro il Norimberga a Bressanone.

Problemi alla caviglia destra per Godfred Donsah nel pomeriggio di oggi (ph. Zimbio)

Stamattina la formazione rossoblù ha lavorato in palestra per rifinire un lavoro atletico intenso svolto nelle settimane a Pinzolo e che pian piano dovrà alleggerirsi per arrivare ai primi impegni ufficiali con le gambe adatte alla sfida. Nel pomeriggio poi lunga seduta tattica con due squadre che si sono alternate su altrettanti campi: una agli ordini di mister Inzaghi per provare il movimento del pallone e l’attacco senza avversari, una seguendo le direttive del vice D’Angelo per migliorare le dinamiche della fase di non possesso.

Pare ormai chiara la scelta del tecnico rossoblù che nell’amichevole di sabato impiegherà una retroguardia di livello formata da De Maio, Gonzalez e Helander a protezione di Skorupski con Pulgar in cabina di regia affiancato da Orsolini e Dzemaili mentre sugli esterni agiranno Mattiello e Krejci ed in attacco spazio alla coppia Palacio-Santander.

Nei minuti finali della seduta odierna qualche preoccupazione per due ragazzi che sono rimasti a terra rialzandosi solo dopo l’intervento dello staff medico. Si tratta di Dijks che ha subito un colpo fortuito da Palacio e di Donsah che ha avuto la peggio in un contrasto deciso con Pulgar necessitando di un sostegno per lasciare il campo. Il ghanese ha riportato un doloroso trauma distorsivo alla caviglia destra che verrà valutato nei prossimi giorni e dovrebbe comunque impedirgli di scendere in campo in Coppa Italia.

Nel giorno in cui Krafth è stato ceduto in prestito con diritto di riscatto all’Amiens, in casa Bologna si continua a lavorare per cedere Petkovic alla Dinamo Zagabria ma anche per trovare una collocazione ad altri esuberi come Rizzo, Avenatti e Falletti. Quest’ultimo in particolare preferirebbe un trasferimento in Spagna piuttosto che scendere in B ma potrebbe essere convinto ad accettare Palermo.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *