Azzurri all’estero: Balotelli gol inutile, Gabbiadini “voglio che resti…” in panchina


Non brillano nell’ultimo turno di campionato gli azzurri che giocano all’estero: Balotelli va in rete ma il Nizza perde lo stesso, per Gabbiadini un’altra panchina e pochi minuti

-di Giuseppe Cambria-

Torna a segnare Mario Balotelli nel match in trasferta contro il Metz, ma la sua rete risulta inutile ai fini del risultato finale (ph. Zimbio.com)

Altra giornata nera per i calciatori nel giro della nazionale (forse) che militano nei maggiori campionati europei. Ora che il calciomercato è finito, e con esso la possibilità per alcuni di loro di tornare in Italia, bisogna dare il meglio con quello che si ha per poter far parte del futuro progetto della nazionale italiana. In Liga è ormai traballante il posto fisso nella squadra titolare per Simone Zaza che, entrato solo per gli ultimi quindici minuti del match, non può fare nulla per salvare il Valencia dalla disfatta casalinga, per 1-4,  contro i Galacticos di Zinedine Zidane.

Neanche in Francia si sorride. Marco Verratti resta in panchina per l’intero match del Paris Saint Germain contro il Montpellier. I parigini chiudono il match per 4-0 senza il centrocampista italiano in campo. Perde invece il Nizza di Mario Balotelli in casa del Metz. Il numero 9 rossonero è l’autore dell’unica rete della squadra in trasferta. Prima tira molto debolmente un calcio di rigore che il portiere para facilmente, ma ribatte molto lesto in porta, segnando la rete del pareggio al 58′ . Il gol dell’1-1 non servirà però per evitare la sconfitta fnale: 2-1.

In Premier League è anche peggio. Nel turno infrasettimanale, troviamo una partita disastrosa per Davide Zappacosta e per tutto il Chelsea di Antonio Conte che, in casa, ne prende tre dal Bournemouth. L’ala sinistra subisce pure il cambio dopo i primi quindici minuti della ripresa. Pareggio insoddisfacente in casa per il Southampton contro il modesto Brighton. Per l’ennesima volta Manolo Gabbiadini , uscito sfortunatamente indenne dalle voci di mercato, entra solo dalla panchina per giocare gli ultimi quindici minuti del match e per prendersi un’ammonizione. Per fortuna che mister Pellegrino, qualche giorno fa, aveva ribadito quanto fosse importante il centravanti italiano per la sua squadra: “ Voglio che resti….”in panchina, però.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *