Azzurri all’estero: il ritorno dei gol di Balotelli e Zaza


Nell’ultimo turno dei campionati europei si sbloccano, dopo tanto tempo, i centravanti nel possibile giro della nazionale italiana del futuro: in rete Mario Balotelli e Simone Zaza

-di Giuseppe Cambria-

Arriva un gol liberatorio per Simone Zaza che chiude così un’astinenza durata ben 11 turni di campionato (ph. Zimbio.com)

Marzo pazzo sblocca le punte italiane che giocano all’estero, rimaste senza timbrare il cartellino marcatori per troppo tempo. Ritorno al gol di Mario Balotelli ,dopo 4 turni di Ligue 1 a secco, nella sfida in casa contro il Lille. L’attaccante italiano segna dopo soli cinque minuti dal fischio d’inizio: incornata di testa su cross da calcio d’angolo e portiere avversario battuto. Vince in questa giornata di campionato francese anche il Paris Saint Germain che decide di risparmiare Marco Verratti per la sfida in Champions contro il Real Madrid. Scelta rivelatasi fallimentare vista l’espulsione, per doppio giallo, rimediata dal centrocampista ex Pescara al 66’ e che ha lasciato i suoi in 10 per la disfatta contro il Real Madrid e l’uscita finale dal torneo. Rompe il lunghissimo digiuno anche Simone Zaza che segna la rete decisiva, del 2-0 (finirà 2-1) , per la vittoria del Valencia in casa contro il Betis Siviglia. Zaza, partito dalla panchina ed entrato al 37’, appena dieci minuti sfrutta un fantastico assist di Kondogbia,  stoppa perfettamente in area  e, a tu per tu con Adan, non sbaglia. Ben 11 partite senza rete per lui che esce così da questo periodo nero. Non riesce a segnare invece stavolta, partendo dalla panchina come nel turno scorso, Manolo Gabbiadini. Entrato al 64’, l’ex centravanti del Napoli non incide come l’ultima volta e la partita del Southampton termina 0-0 in casa contro lo Stoke City. In Premier non va bene nemmeno a Davide Zappacosta, rimasto in panchina nella sfida persa dal Chelsea in casa del Manchester City, e a Matteo Darmian, che in realtà passa dalla tribuna alla panchina, nella sfida in trasferta dello United contro il Crystal Palace. Nel suo piccolo, Darmian raggiunge un progresso importante. Bene, ma non benissimo.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *