Azzurri all’estero: l’esordio fenomenale di Zappacosta e il ritorno di Mario Balotelli


Torna la rubrica dedicata ai giocatori azzurri che militano all’estero: new entry di Zappacosta tra Premier e Champions, show di Balotelli in Ligue 1

-di Giuseppe Cambria-

Un inizio strepitoso per il nazionale Davide Zappacosta nella sua nuova avventura al Chelsea (ph. Zimbio.com)

Dopo l’ultima prova deludente a Reggio Emilia contro Israele, il tempo della nazionale è momentaneamente sospeso e tutti i giocatori sono tornati alla realtà dei club di appartenenza. Ritornano, nelle basi straniere, anche gli azzurri, e i potenziali convocati, che gravitano fuori dalla serie A. La novità di queste giornate europee di campionato è l’esordio del pagatissimo Davide Zappacosta nel Chelsea dell’ex commissario tecnico della nazionale Antonio Conte. Da un C.t. nuovo a uno vecchio, Zappacosta ha testato i suoi primi 20 minuti da azzurro fuori sede nello scontro vinto fuori casa per 2-1 contro il Leicester. Poi l’esordio anche in Champions league contro il Qarabag, coronato dal suo primo gol – e che eurogol – con la maglia dei blues: cavalcata sulla fascia e cross/tiro dall’esterno che scavalca il portiere sorpreso della piccola squadra azera. Un esordio da incorniciare. Stesso ruolo (fascia opposta), stessa ex squadra, stesso campionato, ma esito differente. Matteo Darmian rivede il campo da titolare dal primo minuto nella sfida pareggiata 2-2 dal Manchester United contro lo Stoke City. L’ex Torino pupillo di Giampiero Ventura non brilla sicuramente e si deve prendere una bella fetta di responsabilità sul primo gol messo a segno dallo Stoke per una linea del fuorigioco mal posizionata e per l’uomo lasciato in piena libertà sulla sua fascia, Mame Diouf, da cui è partito poi il cross finalizzato da Choupo- Moting. Panchina fissa invece in Champions contro il Basilea. Non va bene neanche a Manolo Gabbiadini che osserva impotente la sconfitta in casa del suo Southampton contro il Watford per 0-2 ed esce prima dal campo, sostituito nella ripresa. Fuori dal tabellino marcatori rimane anche Simone Zaza nella sfida senza reti tra Valencia e Atletico Madrid.

Il Balotelli visto nell’ultima partita contro il Monaco si candida prepotentemente per un posto nell’Italia di Ventura (ph.Zimbio.com)

Un super Balotelli in Ligue 1 – Nel venerdì sera della ligue 1 troviamo un Paris Saint German spietato (5-1 fuori casa contro il Metz), orfano dello squalificato Marco Verratti, sostituito dal connazionale, ormai usurato dal tempo, Thiago Motta. Invece partecipano entrambi, contemporaneamente, all’altra goleada inferta questa volta al Celtic, in Champions. Se per il primo la nazionale è ormai una certezza, per l’oriundo 35enne difficilmente si potranno riaprire le porte di Coverciano. Invece trascorre un sabato alla ribalta Mario Balotelli che affonda il milionario Monaco con il piccolo Nizza mettendo a segno una doppietta. Il primo gol arriva su rigore, dopo esserselo procurato con grande esperienza (trattenuta del difensore). Tiro forte e angolato sul palo sinistro e apertura delle danze al 6’ di gioco. Il secondo gol (il terzo della partita) arriva con una chiusura su azione al 60’ che richiede un semplice appoggio del pallone dentro la porta. Finirà 4-0. Mario Balotelli manda un segnale forte al C.t. Ventura e, se questa prestazione non dovesse rimanere un caso isolato, sarà davvero difficile ignorarlo.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *