Azzurri all’estero: Verratti e Giovinco superstar


Continua la nostra rubrica dedicata ai potenziali azzurri che giocano all’estero: oggi protagonisti assoluti Verratti e Giovinco, entrambi autori di assist vincenti nell’ultimo turno

– di Calogero Destro –

Marco Verratti, da molti designato come erede di Pirlo: Conte lo vede più da mezzala (ph. Zimbio)

Marco Verratti, da molti designato come erede di Pirlo: Conte lo vede più da mezzala (ph. Zimbio)

Altro settimana, altro giro, altra corsa: continua l’attento lavoro di supervisione e di meticolosa osservazione del Ct della nazionale, Antonio Conte, e di tutto il suo staff, in vista dei doppi impegni amichevoli in programma il 13 e il 17 Novembre rispettivamente contro il talentuoso Belgio di Wilmots (a Bruxelles) e la sorprendente Romania (al Dall’Ara di Bologna), altra qualificata agli Europei di Francia in programma il prossimo Giugno.

Conferma Verratti, El Sharawy in panca– Un’occhio particolarmente vigile continua ad essere quello dell’ex tecnico juventino nei confronti dei tanti azzurri impegnati all’estero (con fortune alterne). Verratti si è reso assoluto protagonista nella rotonda vittoria del suo Psg (4-1 al Saint-Etienne) confezionando due assist al bacio per Kurzawa e Lucas, confermandosi così come il potenziale leader della mediana italiana. Prova discreta anche per Thiago Motta, anche lui, in caso di necessità, infatti, potrebbe essere arruolato dal mister leccese, ma per ora le possibilità sono molto bassa. Consueta panchina per Sirigu, ormai relegato al ruolo di secondo portiere e fortemente a rischio nelle gerarchie dell’Italia. Tanta delusione invece per El Sharawy, che non ha trovato spazio nella vincente trasferta del Monaco a Reims e adesso, dopo l’ennesima esclusione, comincia a preoccuparsi anche in chiave nazionale.

Garanzia Pellé, esclusione Darmian- Ottima prova ad Anfield per Graziano Pellé contro il nuovo Liverpool di Jurgen Klopp: l’attaccante salentino ha dimostrato il solito spirito di sacrificio e una costante abnegazione per il bene della squadra: qualità che ne fanno il pupillo di Ronald Koeman, che a lui non rinuncia praticamente mai       (come, quasi certamente, non ci rinuncerà Conte, anzi). Sempre in Inghilterra giornata un po’ più amara per Darmian, relegato, un po’ a sorpresa, in panchina nel primo derby stagionale e subentrato solo per gli ultimi dieci minuti di gara all’ecuadoriano Valencia. Continua nel suo momento positivo Mimmo Criscito, che si rende protagonista di un’eccellente prestazione col suo Zenit, che schianta 5-1 l’Anzhi.

Giovinco e Pirlo, destini diversi– In Mls si è conclusa la regular season: per Andrea Pirlo, purtroppo, coincide con la fine della stagione, poiché i suo New York City non andranno ai playoff e concludono la stagione con l’ennesimo k.o in casa contro New England (1-3), complice anche una brutta gara del mozart bresciano. Ai playoff, invece, ci sarà Giovinco, ufficialmente mvp della stagione regolare con 22 reti e 16 assist, l’ultimo dei quali dispensato per la testa di Altidore nell’indolore sconfitta patita nel derby contro i cugini del Montreal Impact. Conte monitora attentamente i due ex juventini, per i quali l’Europeo non è per nulla certo.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *