Azzurri all’estero: Zaza e Balotelli segnano ancora ma non bastano, meglio un “Inglese” che gioca in Italia


Arrivate le convocazioni di Giampiero Ventura, non mancano all’appello i favoriti del Commissario tecnico. Convocazioni inedite, come quella di Roberto Inglese, ma Simone Zaza e Mario Balotelli dove sono?

-di Giuseppe Cambria-

Mario Balotelli continua a segnare in Ligue 1, ma il ritorno in maglia azzurra sembra ancora complicato (ph.Zimbio.com)

Torna il momento della nazionale. Torna il momento di scelte per Giampiero Ventura, commissario tecnico dell’Italia, che a quanto pare sembra non voler cambiare più di tanto la sua posizione sulla lista delle convocazioni. Soprattutto per gli azzurri che militano all’estero. Arrivano le ultime due sfide del percorso di qualificazione per i campionati del mondo in Russia del 2018, contro Macedonia e Albania, e con esse le ultime possibilità per scansare i fastidiosi spareggi. Ma gli atleti convocati, e ignorati, restano sempre gli stessi, nonostante le prestazioni e il rendimento sul campo nell’ultimo mese e nell’ultimo turno di campionato. A parte la rinuncia obbligata a Marco Verratti, uscito prima nel match stravinto dal PSG contro il Bordeaux per infortunio, il C.t. richiama a Coverciano i panchinari inglesi. Matteo Darmian: ennesima panchina nella vittoria del Manchester United contro il Crystal Palace. Davide Zappacosta: altra panchina nella sconfitta di misura del Chelsea nel big match contro il Manchester City. E infine Manolo Gabbiadini: panchina iniziale ed entrata nella ripresa, al 67’, in una partita conclusasi con una sconfitta del suo Southampton. Soprattutto in attacco le scelte iniziano a diventare discutibili.

Altra rete per Simone Zaza, con il Valencia nell’ultimo turno di campionato, che resta di nuovo ignorato da questa nazionale (ph. Zimbio.com)

Scelte attaccabili in attacco – Sorvolato ciò, passiamo all’infortunio di Andrea Belotti e alla chiamata, in sostituzione, di Roberto Inglese, Punta del Chievo in prestito dal Napoli alla sua prima convocazione in nazionale. Scelta che dimostra la poca considerazione di Ventura per gli altri attaccanti italiani che in questo momento stanno facendo faville fuori dalla serie A. Due nomi su tutti: Mario Balotelli e Simone Zaza. Nemmeno a dirlo, entrambi sono andati di nuovo in gol nell’ultima giornata e sembrano essersi trasformati in delle vere e proprie macchine da reti. La rete di Balotelli, arrivata nella sfida in casa del Nizza contro l’Olympique Marsiglia allenato dall’ex allenatore della Roma Rudi Garcia, risulta vana nel passivo finale: 2-4. Stacco poderoso di testa e rete al 4’, ma che non sarà sufficiente per evitare la sconfitta finale. Simone Zaza invece va subito a segno nella vittoria del Valencia contro l’Athletic Bilbao. Piattone sinistro al ’27 in un rigore in movimento e prima rete che dà il LA per il 3-2 finale che ipoteca il match. Più in forma di così si muore. Ma forse per Ventura non è abbastanza. Speriamo solo che Gabbiadini e Inglese non facciano rimpiangere la scelta al C.t.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *