Bari-Bologna: Gastaldello out, Sansone non al top


Alla vigilia del match con il Bari, il Bologna fa la conta degli indisponibili fra infortuni e squalifiche. Oltre a Gastaldello, out anche Matuzalem e Sansone non è al meglio. Si va verso il 4-3-1-2

– di Massimo Righi –

Francelino Matuzalem, ha riportato una lesione di primo grado al polpaccio (ph. LaPresse)

Francelino Matuzalem, ha riportato una lesione di primo grado al polpaccio (ph. LaPresse)

Allenamento mattutino per il Bologna che partirà alla volta di Bari solamente fra qualche ora. Non sarà un Bologna al completo quello che scenderà in Puglia, visti i numerosi infortuni che stanno decimando la rosa a disposizione di Lopez. La notizia dell’ultimo momento riguarda Matuzalem, che sebbene squalificato dopo il giallo rimediato con lo Spezia, starà fuori dai giochi ben oltre la gara in terra pugliese. Il brasiliano infatti sarà out per circa 20 giorni dopo aver subito una lesione di primo grado al gemello mediale (polpaccio n.d.r.), riportata nell’allenamento di ieri. All’assenza del centrocampista si aggiunge quella di Gastaldello, che nonostante il tentativo di recupero dello staff medico, non verrà con convocato per Bari. Chi non è al 100 per cento ma partirà lo stesso con la squadra è Sansone, il quale ha lavorato con la squadra ma sul cui impiego si deciderà solo domani in rifinitura. Smentita inoltre la voce che parlava di un Casarini con un ginocchio malmesso: il ragazzo ha subito un colpo ma non ci sono riscontri preoccupanti.

La formazione – Il Bologna che scenderà in campo a Bari presenta alcuni dubbi sui titolari. Nonostante Lopez abbia più volte provato il 3-5-2 in settimana, resta assai improbabile che questo modulo venga adottato domani, a maggior ragione mancando un pilastro del calibro di Gastaldello a dirigere la difesa. Davanti a Da Costa, rientrerà Oikonomou dopo il turno di squalifica, il quale potrebbe far coppia con Maietta in un 4-3-1-2 molto più probabile, con Ceccarelli a destra e uno fra Masina e Morleo a giocarsi una maglia per l’out mancino. A centrocampo, vista l’assenza di Matuzalem e quella del lungodegente Zuculini, il cerchio si stringe. La soluzione per la mediana potrebbe vedere Krsticic in cabina di regia affiancato da Casarini mezzala destra e Buchel mezzala sinistra, che potrebbe spuntarla su Bessa apparso meno brillante nelle ultime uscite. Dietro le punte, vista l’assenza di Laribi che sconterà domani l’ultimo turno di squalifica, potrebbe giocare Sansone anche se non al top, ma si tratta pur sempre di colui che nell’ultimo periodo è stato l’unico del reparto offensivo a trovare il gol. Davanti a lui, ammesso sempre che Lopez opti per un uomo fra le linee, si dovrebbe ricomporre il tandem Cacia-Acquafresca, la coppia che per tutto il girone d’andata ha guidato l’attacco rossoblù. Chi dovrebbe accomodarsi in panchina è Mancosu, che fra Cittadella, Carpi e Brescia ha sciupato diverse occasioni da gol. Dalla conferenza pre partita di Lopez, l’impressione è che il sardo non sia fra i favoriti per partire titolare nel Bologna di domani.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *