Bartomeu annienta Laporta: vince l’uomo del Triplete


Il presidente uscente del Barcellona Bartomeu è stato rieletto per il secondo mandato con una maggioranza schiacciante sull’avversario Laporta. La concretezza del Triplete vinto ha avuto la meglio sulle promesse di mercato

– di Marco Vigarani –

Joesp Bartomeu è stato confermato presidente del Barcellona (ph. europacalcio.it)

Joesp Bartomeu è stato confermato presidente del Barcellona (ph. europacalcio.it)

Josep Bartomeu resta il presidente del Barcellona per i prossimi quattro anni ricevendo dagli elettori il secondo mandato consecutivo. Le previsioni della vigilia sono state confermate nell’indirizzo ma clamorosamente rafforzate nei numeri visto che la chiamata alle urne ha dato vita ad una sorta di plebiscito. Sono stati quasi 48mila i tifosi e soci blaugrana a presentarsi alle urne ieri per una percentuale del 54% allo scopo di decidere il nome del numero uno del club tra il presidente uscente Bartomeu ed il principale sfidante nonchè già leader del club nei primi anni del nuovo millennio: ha vinto il primo con uno schiacciante 54,6 % a differenza del misero 33% dello sfidante Laporta. Ecco il commento a caldo del riconfermato presidente Bartomeu: “È un risultato straordinario che ha dimostrato al mondo che il Barcellona è un club democratico e sono in pochi a potersi vantare di tale privilegio. Nelle ultime settimane abbiamo ascoltato quattro progetti diversi per il futuro del club: oggi la maggioranza ha scelto un presidente e da domani lavoreremo tutti insieme“.

Molto meno conciliante nel commento appare invece Laporta che ha detto: “Siamo dispiaciuti perché credevamo nel nostro progetto. Purtroppo vince un modello agli antipodi, con un presidente sotto processo, che sta distruggendo la cantera e fa accordi con il Qatar“. L’esito di queste elezioni non è solo significativo per l’importanza ed il prestigio che da sempre accompagna il Barcellona, ma anche da un punto di vista delle dinamiche di forza e di mercato. Se infatti Laporta si era giocato la carta delle promesse puntando spudoratamente sull’idea di portare in Spagna lo juventino Pogba (con l’appoggio dell’agente Raiola), Bartomeu era stato decisamente più cauto sulla necessità di affrontare una spesa così ingente. Si può definire questo esito delle elezioni presidenziali del Barcellona la vittoria della concretezza sull’effimero poichè i soci hanno deciso di dare fiducia al progetto di un presidente freschissimo vincitore del triplete. Sia chiaro però anche che con questa decisione il club blaugrana non rinuncia assolutamente alle proprie ambizioni visto che nelle ultime settimane il presidente poi riconfermato aveva già messo a segno due colpi importanti con gli acquisti di Aleix Vidal e Arda Turan e che il colpo Pogba potrebbe essere semplicemente rimandato alla prossima estate.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *