Basket, a maggio tutti i nodi vengono al pettine


Maggio nel basket è storicamente il mese dei resoconti: Play Off, promozioni e giri di valzer vari

                                                                      di Michele Teglia

www.fortitudo.it

www.fortitudo.it

Alla luce dei recenti recuperi della Serie A – che hanno visto prevalere l’Armani ad Avellino e Venezia in casa contro la neo-campionessa Eurochallenge Reggiana – si sono sistemate quasi tutte le tessere della griglia Play Off. Corrono per i rimanenti 2 posti (il 7° e l’8°, anche se Roma non è per nulla certa della 6^ posizione) sostanzialmente 4 squadre: Reggio Emilia, Caserta, Varese e Pistoia. Proprio quest’ultima si appresta a far visita alla Virtus Granarolo nella penultima di regular season (domenica ore 17), in una gara dalle differenti motivazioni: decisiva per i toscani e di dignità per i bianconeri, i quali, scottati a Pesaro, sono attesi ad un riscatto, anche solo per legittimare serietà e professionalità, che, in ogni caso, non sono mai stati in discussione. Formazione con Ebi da 4 affiancato da Jordan o King, oppure con il nigeriano da centro assieme a quattro esterni? Probabilmente (come peraltro già visto nelle ultime partite) Valli utilizzerà entrambi gli assetti, alternando anche la uomo e la zona 2-1-2, i cui automatismi si stanno, gara dopo gara, oliando sempre più. Pistoiesi in gran forma – come testimonia la serie aperta di 3 vittorie – e forte dell’agguerritissimo trio delle meraviglie composto da Wanamaker, Gibson e JaJuan Johnson, supportato dai “veci” Galanda e Meini ed allenato da quel Paolo Moretti in odore di grande club per le prossime stagioni. All’andata si imposero i toscani 80-79, dopo finale rocambolesco (l’ennesimo), con Luca Bechi ancora sulla tolda bolognese; i motivi di rivalsa non dovrebbero di certo mancare in casa bianconera e certamente assisteremo ad una partita vera e combattuta.

In DNB la Tulipano Fortitudo si accinge a disputare a Torino l’ultima gara della fase ad orologio. In settimana è successo ciò che nessuno si sarebbe aspettato: Tortona perdendo 3 partite consecutive, ha rimesso in discussione la propria leadership del girone. Con ancora il minimo dei vantaggi, i piemontesi ora vanno in trasferta a Castelfiorentino in un match che si prospetta assai delicato, anche perché i felsinei sono in agguato (ed in serie di vittorie aperta, arrivata a quota 5), con Landi e Sorrentino oramai perfettamente integrati nei meccanismi di Politi; occorre affilare le unghie per il prossimo inizio dei Play Off, che permetteranno un giudizio più concreto sulla reale consistenza e produttività dei biancoblù. Una speciale menzione per la Benedetto XIV Cento che ha raggiunto la matematica certezza dei primi 8 posti e che giocherà la post-season, anche se non è dato ancora sapere se da sesti, settimi od ottavi; complimenti a tutta la Giuliani band ed alla sua appassionata tifoseria.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *