Bastano Bonaventura e Cutrone: il Milan ai playoff di Europa League


San Siro esaurito accoglie la prima vittoria stagionale del nuovo Milan che avanza in Europa League battendo 2-0 il Craiova di Mangia

– di Marco Vigarani –

In gol anche il giovane Cutrone nella sfida di Europa League tra Milan e Craiova (ph. Zimbio)

Erano più di 65mila i tifosi rossoneri che hanno gremito gli spalti di San Siro (incasso superiore ai 2 milioni di euro al botteghino) per la prima gara interna del nuovo Milan ricco ed ambizioso. Nella sfida del terzo turno preliminare di Europa League però le stelle sono rimaste praticamente a guardare ed il debole Craiova è stato eliminato (dopo il successo di misura dell’andata) con i gol di chi c’era già prima dell’estate. Bonaventura ha sbloccato il risultato dopo una decina di minuti ed in avvio di ripresa il baby Cutrone ha messo in cassaforte la qualificazione raddoppiando e regalando un dispiacere al tecnico italiano Mangia che non è riuscito nell’impresa di portare avanti nella competizione la formazione rumena. Il collega Montella ha invece mostrato a tratti un 4-3-3 estremamente aggressivo e determinato che ha sprecato nel corso della gara numerose occasioni per rendere il punteggio ancor più rotondo in particolare con Conti e Niang. Ecco il commento del tecnico milanista a fine gara: “Oggi era veramente caldo quindi il secondo tempo non è stato intenso ma ho visto buone trame. È una bellissima serata, i tifosi la meritavano per l’amore preventivo che ci hanno dimostrato“.

Nel conto delle qualificate entra anche lo Zenit di Roberto Manicni nonostante la sconfitta casalinga per mano degli israeliani del Bnei Yehuda per merito del 2-0 della gara d’andata mentre invece finisce in anticipo e senza gloria l’avventura degli altri due italiani Andrea Stramaccioni (Sparta Praga battuto 3-0) e Paolo Tramezzani (Sion travolto 4-1). Tra le squadre più blasonate già in campo in questa fase vanno segnalate l’Everton di Rooney, il Marsiglia dell’ex tecnico giallorosso Garcia e l’Athletic Bilbao che si qualificano per il turno successivo mentre fa rumore il tonfo del PSV Eindhoven, eliminato dai croati dell’Osijek.

Print Friendly



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *