Battesimo del gol al Dall’Ara: Beckham e Ronaldo ma anche Grandolfo


La storia recente narra di tante prime volte in A sul prato del Dall’Ara dai brasiliani Ronaldo e Gabigol alla star Beckham per arrivare a Grandolfo e Samir

– di Marco Vigarani –

Domenica pomeriggio è stata scritta una nuova pagina del grande libro della Serie A che si è arricchito di un nuovo protagonista. Solo il tempo ci dirà se il primo gol di Gabriel Barbosa (pretenziosamente soprannominato Gabigol) sia stato l’inizio di una carriera straordinaria o il fuoco di paglia di una costosa meteora, ma la storia ha regalato sicuramente al giovane brasiliano dell’Inter una coincidenza straordinaria. La sua rete sul prato del Dall’Ara è arrivata infatti poco meno di vent’anni dopo quella siglata nel 1997 da Ronaldo nel successo per 4-2 dei nerazzurri sul Bologna che fece scoprire anche al pubblico italiano le giocate del Fenomeno. Un paragone pesante per Gabigol ma anche uno straordinario orgoglio per qualsiasi calciatore brasiliano poter essere accostato al più grande attaccante verdeoro della storia recente. In questi anni però sono stati in tanti a poter esultare per la prima volta sotto la Torre di Maratona ai danni dei padroni di casa. Lo fece ad esempio nel 2010 l’attuale nerazzurro Antonio Candreva in maglia Juventus producendosi poi in un’esultanza smodata che scatenò l’ira del pubblico felsineo oppure in tempi più recenti il ben meno noto brasiliano Samir, di mestiere difensore, che nell’aprile del 2016 permise al Verona di espugnare con il minimo scarto il campo del Bologna. Anche l’allora difensore Senad Lulic rivelò le sue doti di finalizzatore nella vittoria della Lazio nel 2011. Tante storie si sono intrecciate sotto lo sguardo spesso spaesato e purtroppo sconfitto del pubblico felsineo che ha sentito ricadere sulle proprie spalle il peso del danno e della beffa.

A proposito di carneadi, non si può evitare di ripensare a Francesco Grandolfo che il 22 maggio 2011 mise addirittura a segno una tripletta nel trionfo per 4-0 del Bari già retrocesso: da allora la sua carriera si è sviluppata prevalentemente tra Lega Pro e Serie D.  Un altro attaccante particolarmente prolifico soprattutto in categorie inferiori che però realizzò la sua prima rete al Dall’Ara è Marco Carparelli, a segno per la Sampdoria nell’ottobre del 1996 anticipando di quasi un anno la rete di Ronaldo. Prima della tripletta di Grandolfo ci fu anche la doppietta siglata nel 1965 da Mario Brugnera che poi vestì anche senza fortuna la maglia rossoblù così come capitò l’allora atalantino Tiberio Guarente, in gol al Dall’Ara nel settembre 2008 seguito poche settimane dopo dal bolognese doc Davide Succi che ha segnato il suo primo gol in A per il Palermo ai danni della squadra del suo cuore. Se l’Inter può fregiarsi del doppio colpo brasiliano firmato Ronaldo-Gabigol, il Milan ha negli archivi altre due marcature altrettanto importanti e, per motivi diversi, storiche. Nel 2000 fu a sorpresa il mediano di sostanza Rino Gattuso ad infilare in rete il pallone del vantaggio rossonero mentre invece nel 2009 la star mondiale David Beckham scelse il prato verde del Dall’Ara per regalarsi il primo gol in Serie A con una perfetta rasoiata a fil di palo che trafisse Antonioli.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *