Il Bayern detta il ritmo: 2-0 al Gladbach. Lipsia a -2. Dortmund, solo un pari


Ancelotti torna a vincere nell’8^ di Bundesliga: Mönchengladbach spazzato via 2-0. Lipsia, 3-1 al Brema e 2° posto. Dortmund, il 3-3 vale la 6^ posizione

– di Tiziano De Santis –

Douglas Costa esulta con un selfie coi tifosi dopo il gol in Bayern Monaco-Mönchengladbach 2-0 (ph. It.eurosport.com)

Douglas Costa esulta con un selfie coi tifosi dopo il gol in Bayern Monaco-Mönchengladbach 2-0 (ph. It.eurosport.com)

Dopo il doppio passo falso con Francoforte e Colonia, torna a dettare il ritmo il Bayern Monaco di Carletto Ancelotti, che, nell’8^ giornata di Bundesliga, batte facilmente 2-0 il Borussia Mönchengladbach di André Schubert tra le mura amiche dell’Allianz Arena. I pluripremiati campioni di Germania sfatano il tabù Gladbach grazie alle reti di Vidal e Douglas Costa, bravi a rompere la maledizione che vedeva coinvolto il club bavarese da ben quattro partite. I padroni di casa partono forte e la prima occasione viene partorita, senza alcun successo, dai piedi di Robben dopo appena 120 secondi di gioco. Non trova la fortuna sperata neanche il tiro di Rafinha che, ben assistito dallo stesso olandese, riesce a saltare Vestergaard prima di sparare sull’esterno della rete il pallone del possibile 1-0 Bayern, illudendo i tifosi di un vantaggio non veritiero. Al 13′ capita ciò che non ti aspetti: Robert Lewandowski non si fa trovare puntuale all’appuntamento col gol sull’assist di Robben dopo la respinta del difensore avversario alla conclusone di Vidal. Ma è proprio il cileno, ben pescato da Rafinha dalla destra, ad aprire le marcature al 16′ di testa, realizzando anche la prima rete in campionato. L’1-0, in realtà, è anche troppo riduttivo per il dominio che la squadra di Ancelotti fa vedere in campo e non è un caso che al 31′ arrivi il 2-o: l’asse di altruismo involontario tra Lewandowski e Wendt, sul cross di Alaba, fa sì che Douglas Costa si trovi libero di poter battere Sommer per la seconda volta. Il secondo tempo è solo un’amministrazione del risultato con i Die Roten che rischiano solamente al 71′, quando gli dei del calcio si dimostrano sfavorevoli alla riapertura del match: la punizione di Hann, infatti, si spegne sull’incrocio dei pali e, con essa, ogni speranza del Gladbach.

Darío Lezcano esulta dopo il gol in Ingolstadt-Dortmund 3-3 (ph. Outdoorblog,it)

Darío Lezcano esulta dopo il gol in Ingolstadt-Dortmund 3-3 (ph. Outdoorblog,it)

Quello che si gioca all’Audi-Sportpark tra Ingolstadt e Dortmund è un incontro ricco di reti, ma dal sapore amaro per la squadra di Thomas Tuchel, brava e fortunata ad uscire dall’arena rivale con in tasca un solo punto. Le Vespe della Vestfalia, infatti, si trovano costrette a inseguire al termine dei primi 45 minuti di gioco, un passivo di ben due reti: prima Cohen sfrutta l’assist involontario di Suttner per insaccare l’1-0 al 6′, poi Lezcano completa l’opera al 24′. L’attenzione dei Die Schanzer cala nella ripresa e il solito Aubameyang è bravo ad accorciare le distanze di testa al 59′ per il primo sussulto giallo-nero. I padroni di casa, tuttavia, trovano il 3-1 ancora con Lezcano, che ottimizza al massimo il rasoterra di Hadergjonaj inserendosi in area e battendo in diagonale Weidenfeller praticamente sull’azione successiva al 2-1 Dortmund. La partita continua a vivere di assidui sussulti e l’Ingolstadt si vede riacciuffare da Ramos e Pulisic: l’attaccante trafigge in girata Nyland al 69′ in girata, il centrocampista chiude la rimonta al 91′ con il tocco che vale il 3-3 decisivo sulla respinta dello stesso portiere avversario alla conclusione di Piszczek. Il Dortmund non riesce a salire oltre la 6^ posizione in classifica, a 14 punti. La sua posizione più naturale, la 2^, viene occupata dall’RB Lipsia di Ralph Hasenhüttl, che continua a dare senso alla propria favola con un sonoro 3-1 ai danni del Brema: i biancoverdi sprofondano sempre più in basso in graduatoria, appena prima del Wolfsburg, che torna a pezzi dalla trasferta di Darmstadt dopo il 3-1 inflitto dalla squadra di Norbert Meier. Vincono con lo stesso score di 2-1 Friburgo ed Hertha rispettivamente con Augsburg e Colonia, mentre 0-3 è il risultato finale con cui Hoffenheim e Francoforte fanno a pezzi, fuori casa, Leverkusen e Amburgo. Continua il periodo positivo dello Schalke di Markus Weinzierl, che alla Veltins-Arena ottiene la seconda vittoria degli ultimi 3 match, scacciando il Mainz di Martin Schmidt con un nitido 3-0 timbrato Bentaleb (autore di una doppietta) e Meyer.

Risultati 8^ giornata

Ambrugo – Francoforte 0-3

Leverkusen – Hoffenheim 0-3

Ingolstadt – Dortmund 3-3

Hertha – Colonia 2-1

Friburgo – Augsburg 2-1

Darmstadt – Wolfsburg 3-1

Bayern – Mönchengladbach 2-0

RB Lipsia – Brema 3-1

Schalke – Mainza 3-0

Classifica
Bayern 20; RB Lipsia 18; Hertha 17; Hoffenheim 16; Colonia 15; Dortmund, Francoforte 14; Friburgo 12; Mainz, Mönchengladbach 11; Leverkusen 10; Augsburg, Darmstadt 8; Schalke, Brema 7; Wolfsburg 6; Ingolstadt, Amburgo 2.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *