Bessa fissa l’obiettivo: “Vorrei che fossimo in testa al 28 dicembre”


Il centrocampista brasiliano Daniel Bessa ha parlato con la stampa per fare il punto sul momento del Bologna dopo la fondamentale vittoria contro il Bari

– di Massimo Righi –

Daniel Bessa, centrocampista brasiliano in forza al Bologna da quest'anno

Daniel Bessa, centrocampista brasiliano in forza al Bologna da quest’anno

Si presenta in sala stampa puntualissimo il centrocampista brasiliano Daniel Bessa, sorridente e disponibile, sfoderando un ottimo italiano. “La vittoria con il Bari ci ha fatto bene, vincere aiuta, ma anche prima di questa partita stavamo facendo bene. Ora dobbiamo essere bravi a dar seguito. Se giochiamo in questo modo possiamo arrivare lontano, poi la vitoria motiva il gruppo e ci fa credere di più in noi stessi”. Anche il mister ha i suoi meriti però: “Il mister ci dà fiducia, lui è sempre stato sereno e tranquillo anche quando i risultati non arrivavano, c’era un po’ di pressione ma lui ci ha sempre tenuti tranquilli. Lopez ci dice sempre che crede in noi e che crede nel nostro lavoro, ci trasmette positività e questo è fondamentale. Prepara le partite secondo il suo credo e i suoi metodi, cambiano solo i consigli, partita dopo partita”. Tornando a parlare del buon momento della squadra e della serenità data anche dalla vittoria, Bessa continua affermando: “Sappiamo tutti dove vogliamo arrivare, continuiamo così senza farci prendere dall’euforia né dallo sconforto. Restiamo concentrati e cerchiamo di fare il salto di qualità. Vincere col Bari è importante perché è una delle squadre che lotta per la promozione, ma tutte le partite sono importanti e valgono tre punti, per cui ora pensiamo al Catania”. Obiettivi a lungo termine non ne fissa nessuno, di certo un bilancio si potrà tracciare a fine dicembre: “Non ci siamo fissati alcuna data però non nascondo che mi piacerebbe arrivare al 28 (fine del girone d’andata n.d.r.) in testa alla classifica“. Passando al suo percorso in rossoblù finora, Bessa si è detto soddisfatto: “Sono arrivato dicendo che ero arrivato qui per dare una mano e per dare qualche soluzione in più al mister. Ho avuto un’accoglienza incredibile che mi ha aiutato parecchio e sono molto contento inoltre, mi sono anche abituato al ruolo perché giocando si cresce e si prendono le misure che si sommano ai suggerimenti dello staff e del mister che sono importanti. Dal canto mio, quest’anno ho trovato maggiore continuità e spero di migliorare ancora, allenandomi e facendomi trovare pronto”. Riguardo al futuro, Daniel non si sbilancia ma ribadisce la bontà della sua scelta: “La società mi ha subito fatto sentire importante e sono molto soddisfatto. Mi trovo molto bene qui e sono molto riconoscente alla società per la fiducia che mi ha dato e voglio ripagarla per questo. In città mi trovo bene e mi sono confrontato con la gente in maniera positiva”. Dando già uno sguardo verso Catania, Bessa non sottovaluta affatto una squadra che fin qui non ha certo brillato: “Sono una buona squadra, li ho visti un paio di volte; hanno iniziato male ma da un po’ di tempo sono migliorati. Noi comunque dobbiamo andare là e fare la nostra partita e dare il massimo. Mancherà Cacia, è vero, ma chi lo sostituirà ci darà una mano, fermo restando che Daniele per noi è importantissimo ed è un grande attaccante”. Infine, riguardo alle vicende societarie: “Non sono al corrente di quello che accade. Non sono competente, guardo solo al campo”.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *