Bigon presenta Viviani e Sadiq: “Il mercato è sempre difficile”


Oggi al Dall’Ara la presentazione di Viviani e Sadiq con il ds Bigon che ha fatto il punto sul mercato lasciando aperta la porta ad un portiere svincolato

– di Marco Vigarani –

Federico Viviani in conferenza stampa

Federico Viviani in conferenza stampa

Iniziano le presentazioni dei nuovi arrivati in casa Bologna ed i primi due a comparire davanti ai microfoni sono Umar Sadiq e Federico Viviani, accompagnati dal ds Riccardo Bigon che ne approfitta per rispondere a sua volta alle domande dei cronisti e spiegare l’andamento del mercato rossoblù che però potrebbe non essere finito. “Prima di tutto dobbiamo conoscere i tempi di recupero di Mirante – dice infatti – ma è chiaro che, visto l’infortunio di Gomis, stiamo pensando anche alla possibilità di mettere sotto contratto uno svincolato che conosca bene la Serie A. Resta comunque grande fiducia in Da Costa ed anche in Sarr che ha fatto grandi passi avanti negli ultimi due mesi“. Ecco quindi l’analisi del mercato: “Le difficoltà fanno parte del mio mestiere e di questo periodo, potrei dire che abbiamo raggiunto tutti gli obiettivi e che abbiamo rinforzato la squadra ma quello che conta è trovarsi a fine stagione e vedere se il traguardo sarà stato raggiunto. Non possiamo dire di essere più forti nè che faremo meglio perchè anche gli avversari hanno operato sul mercato ed ogni anno si riparte da zero ad ogni livello, ma certamente abbiamo una rosa omogenea che ora, nelle mani del mister, dovrebbe permetterci di proseguire il percorso tracciato. Negli ultimi giorni c’è stato qualche movimento inatteso dovuto a fattori esterni come le richieste per Crisetig e Mounier mentre invece non credo sia giusto essere preoccupati per l’attacco visto che abbiamo Destro, ovvero il miglior centravanti della nostra fascia di campionato. Altri nomi come quello di Gabbiadini nessuno del nostro livello se li può permettere e non aveva senso accostarli al Bologna“.

Umar Sadiq alla presentazione in rossoblù

Umar Sadiq alla presentazione in rossoblù

Parola poi a Federico Viviani che dice: “È un grande onore essere qui a Bologna, città di cui tutti parlano benissimo. Sono contento di aver meritato di nuovo la fiducia del direttore Bigon dopo Verona e spero di fare più punti possibili con questa squadra. La trattativa sviluppata nel finale mi ha messo ansia ma sono contento che sia andato tutto per il meglio e di essere qui insieme ad altri giovani di qualità: nessuno ha il posto assicurato e sono pronto a conquistarmelo. Modelli? Pirlo è un regista al quale posso ispirarmi per caratteristiche, pur con le dovute proporzioni, ma ammiro molto anche De Rossi per quello che fa sia dentro che fuori dal campo“.

Infine Umar Sadiq che ancora preferisce parlare in inglese: “Questa per me è davvero una grande opportunità, ringrazio il direttore Bigon ed il Bologna per avermi voluto e non vedo l’ora di iniziare. Ho iniziato a giocare a calcio nella squadra della mia scuola e dopo mi sono trasferito all’Accademia di Abuja che mi è stata davvero molto utile. Le Olimpiadi? Un’esperienza fantastica ed un risultato davvero molto importante ma alla fine ogni singola partita ti aiuta a crescere, anche un’amichevole. Il mio idolo? Sicuramente Kanu“. Da ricorda che la punta nigeriana è squalificata per la sfida contro il Cagliari ma che il problema alla caviglia rimediato nell’ultimo allenamento a Trigoria non è ancora superato e nei prossimi giorni ci saranno aggiornamenti sui suoi tempi di recupero.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *