Bologna, 16 anni fa l’ultimo successo sulla Juve


Il 29 novembre 1998, il Bologna sconfisse per 3-0 la Juventus al Dall’Ara. Fu l’ultimo successo interno in serie A contro i bianconeri

– di Massimo Righi –

Paramatti e Signori, annata 1998/99 (ph. Rai)

Paramatti e Signori, annata 1998/99 (ph. Rai)

In attesa di tempi e palcoscenici migliori, ricorre oggi una data importante per tutti i tifosi del Bologna che già da fine anni ’90 seguivano le vicende rossoblù. Il 29 novembre 1998, il Bologna di Mazzone che fece esaltare mezza Italia per la cavalcata in Coppa Uefa che si arrestò solo in semifinale, sconfisse la Juventus al Dall’Ara per 3-0. Quella vittoria fu l’ultima contro la Vecchia Signora in serie A visto che negli anni a venire, il Bologna cedette il passo ai bianconeri in casa propria in 8 occasioni e pareggiò in altre 4. La particolarità di quella sfida, al di là del risultato prestigioso, fu il dominio assoluto della compagine rossoblù guidata da Carlo Mazzone, che mise sin da subito alle corde la Juventus, certamente in difficoltà per le assenze ma che a Bologna subì una vera e propria lezione di calcio. A fine partita, senza troppi giri di parole, Marcello Lippi, tecnico della Juventus e Ciro Ferrara, si prenderanno le responsabilità per la prestazione sottotono, che sarebbe potuto terminare con un passivo peggiore del 3-0 finale, date le occasioni prodotte dai rossoblù.

La partita – In un Dall’Ara che conta 36mila presenze, il Bologna accoglie la Juventus in una soleggiata ma fredda domenica di fine novembre. Ai bianconeri mancano Montero, Davids, Deschamps e Del Piero ma a Lippi le alternative non mancano, mentre il Bologna operaio e tignoso di Mazzone è al completo. Pronti via, il Bologna passa dopo appena 3’. Punizione di Signori, stacco di Paramatti e palla nell’angolino, 1-0. La Juventus colpita a freddo non reagisce ed il Bologna ne approfitta. Binotto e Fontolan sono imprendibili sulle fasce e il centrocampo gioca palloni a non finire per Andersson e Signori. Il raddoppio arriva dopo 5’ dal vantaggio, con Signori che sfrutta di un errore di Tudor e infila la porta di Peruzzi. Poco dopo, Bia sfiora il palo con un colpo di testa, ma il 3-0 è solo rimandato al 28’, quando Fontolan scappa in contropiede, triangola con Andersson e sul passaggio di ritorno piazza il colpo del KO. A fine primo tempo, Signori mette Binotto davanti a Peruzzi, ma l’ala veneta spara addosso al portiere, bravo a chiudere. Nella ripresa la Juventus non accenna ad uscire dal guscio, Zidane predica nel deserto e il Bologna controlla senza ansie. A metà ripresa Mangone sfiora l’eurogol in semigirata ma la palla esce di un nonnulla, poi Inzaghi cerca il gol della bandiera, ma Antonioli chiude in grande stile.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *