Bologna assente nella metà campo offensiva. Solo 5 minuti di possesso!


Bologna schiacciato dietro la metà campo e dominato dalla Fiorentina in una gara chiusa con quasi 100 palle perse totali. Sanchez però ne recupera 10

– di Marco Vigarani –

Maietta sconsolato al termine di una prova desolante del Bologna (ph. Zimbio)

Chiunque abbia guardato (dal vivo o in televisione) la gara di ieri pomeriggio al Franchi, ha avuto la netta impressione di un Bologna in balia degli eventi e completamente privo di idee, personalità e grinta. L’esame delle statistiche oggi conferma esattamente questa impressione a partire da un possesso palla nettamente a favore della Fiorentina (55%) ma soprattutto dei miseri 5 minuti trascorsi dai rossoblù con la palla tra i piedi nella metà campo offensiva. Proprio questo è il dato più preoccupante unito a quello di un baricentro estremamente basso tenuto dai ragazzi di Donadoni in media sui 42,97 metri di campo: in pratica sulla linea di trequarti difensiva. Diventa quindi logica conseguenza che i viola abbiano primeggiato in qualsiasi voce statistica: dai tiri totali (11 a 4) a quelli in porta (5 a 1), dai corner (11 a 1) ai fuorigioco (7 a 1). La Fiorentina risulta anche prima per palle perse in una gara ricca di imprecisioni che si è conclusa con 96 palloni smarriti e 66 passaggi errati. A poco conta allora che il Bologna abbia chiuso con una performance atletica complessivamente superiore agli avversari macinando 115,48 km contro i 112,93 della Fiorentina.

Le statistiche di Fiorentina-Bologna offerte dalla Lega Serie A

Clamoroso impatto di Carlos Sanchez sulla gara con 10 recuperi (ph. Zimbio)

Anche il dato kilometrico si rivela poi in fin dei conti poco indicativo visto che i tre migliori atleti sono stati nettamente i protagoniti del centrocampo viola ovvero Badelj (12,24), Cristoforo (12,08) e Borja Valero (12,05) che hanno superato con buon distacco il migliore dei rossoblù ovvero Donsah (11,63). Per la prima volta nella Top 5 anche Mattia Destro a quota 10,93. Se il gol decisivo è stato segnato da Babacar, l’uomo più pericoloso è stato però certamente lo spagnolo Borja Valero che ha chiuso la gara con due tiri in porta ed altrettanti fuori oltre ad un numero impressionante di palloni toccati. Altrettanto impressionante può essere considerata però anche la prestazione del centrale Carlos Sanchez ben 10 recuperi ovvero più di un terzo di quelli complessivi della sua squadra. Come detto, Fiorentina-Bologna è stata una gara ricca di errori ed in particolare spiccano i numeri di palle perse di Ilicic (14) e Cristoforo (10) che superano anche il peggior rossoblù Donsah (9). Da segnalare infine, a conferma dell’univoca elezione di Antonio Mirante a migliore in campo del Bologna, le sue quattro importanti parate a tutela di un risultato che teoricamente avrebbe potuto essere ben più largo.

Print Friendly



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *