Bologna brutto e timido, il Torino vince 2-0


Belotti e Vives puniscono un Bologna praticamente inoperoso in fase offensiva, troppo concentrato a coprirsi senza mai offendere. Prima sconfitta nell’era Donadoni

– di Luigi Polce –

Brutto pomeriggio quello trascorso dal Bologna all’Olimpico di Torino. I rossoblù vanno ko per via delle reti di Belotti e Vives, entrambe nell’ultimo quarto d’ora di gioco, e vengono puniti dopo una prestazione troppo timida e brutta per pensare di poter portare punti a casa dal Piemonte.

Belotti ha segnato il gol del vantaggio per il Torino  (ph. Ansa)

Belotti ha segnato il gol del vantaggio per il Torino (ph. Ansa)

Come si era ipotizzato alla vigilia, Donadoni alla fine recupera sia Rossettini sia Maietta (che indossa una maschera protettiva), a completare la difesa con Maietta e Masina. Il centrocampo è lo stesso che ha pareggiato contro la Roma, con Brighi, Diawara e Donsah, in attacco invece Mancosu sostituisce Destro, con Giaccherini e Rizzo (fino all’ultimo in ballottaggio con Mounier) nel tridente. In realtà non sarà un vero e proprio tridente: il Bologna si mostra piuttosto camaleontico, proponendo in fase di non possesso una sorta di 5-3-2 nel quale Rizzo funge praticamente da terzino destro, marcando a uomo il dirimpettaio Molinaro. La mossa tattica imbriglia il Toro, che nei primi dieci minuti non riesce a dipanare il proprio gioco. Il primo squillo arriva al 12′, quando Baselli prova a sorprendere Mirante dalla distanza: bravo il portiere rossoblù a rifugiarsi in angolo. Da questo momento in avanti, la truppa di Donadoni abbassa paurosamente il proprio baricentro, raccogliendosi tutta in trenta metri circa. Toro a fare il gioco, Bologna chiuso e pronto a ripartire: è questo il canovacccio della prima frazione di gara, con i padroni di casa ancora vicini al vantaggio poco dopo la mezz’ora di gioco: Rossettini chiude su un cross pericoloso di Acquah dalla destra, sulla respinta si avventa Vives che calcia verso Mirante, bravo ancora a concedere solo calcio d’angolo. I rossoblù sbandano in questa fase del match, e si fanno vedere solo al 39′, quando Giaccherini coglie l’esterno della rete dopo una buona incursione in area di rigore: troppo poco per sbloccare il match. Dopo un minuto di recupero, il sig. Ghersini manda le squadre a riposo sullo 0-0.

Vives contro Diawara, duello impari all'Olimpico di Torino  (ph. Toronews)

Vives contro Diawara, duello impari all’Olimpico di Torino (ph. Toronews)

Nella ripresa la musica non cambia, anche se il Toro non pare incisivo al punto da poter battere Mirante. Ci si mette anche la sfortuna, con la traversa che strozza in gola a Quagliarella l’urlo di gioia dopo un bel colpo di testa (59′). Tranne che in questa occasione, i minuti trascorrono senza particolari sussulti con  il Bologna che ha la grave colpa di non superare praticamente mai la metà campo granata: un solo tiro da fuori di Diawara, al minuto 70, poi il nulla. E’ una sfida che, ad onor del vero, meriterebbe il Torino ai punti, e al 75′ infatti arriva il vantaggio degli uomini di Ventura: lo realizza Belotti, che con una grande azione personale supera netto Maietta e scarica violentemente il suo mancino verso Mirante, battuto imparabilmente. La rete manda in tilt il Bologna, incapace di imbastire una reazione nonostante l’ingresso di Mounier per Donsah, e anzi vicino ad incassare un’altra rete, ma Baselli per due volte grazia gli ospiti, con Masina che riesce a liberare sulla linea all’ultimo (79′). Secondo gol che arriva in pieno recupero: altro grave errore di Maietta, che sbaglia completamente il retropassaggio per Mirante. Ne approfitta Vives, che scarta Mirante e deposita il bis per i suoi.

Il Torino vince 2-0 ed infila il secondo successo consecutivo, per il Bologna invece si tratta del primo stop sotto la gestione Donadoni, e di un piccolo passo indietro rispetto alle scorse settimane: squadra troppo brutta e timida per essere vera. Ma non c’è tempo per rimuginare troppo sulla serata piemontese: domenica al Dall’Ara arriva il Napoli di Gonzalo Higuain.

Torino (3-5-2): Padelli; Bovo, Glik, Moretti; Bruno Peres, Acquah, Vives, Baselli, Molinaro; Quagliarella (68′ Maxi Lopez), Belotti. All.: Ventura

Bologna (4-3-3): Mirante; Rossettini, Gastaldello, Maietta, Masina; Donsah (79′ Mounier), Diawara, Brighi; Giaccherini (54′ Brienza), Mancosu (63′ Acquafresca), Rizzo. All.: Donadoni

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *