Bologna-Carpi 0-0, le pagelle


Contro il Carpi arriva il terzo 0-0 per il Bologna. Mirante positivo, importante l’ingresso di Brienza. Traversa per Gastaldello che balla in difesa, deludono Constant e Destro

– di Marco Vigarani –

Mirante, incolpevole sui due gol

Mirante non si è fatto sorprendere dai tentativi del Carpi

Mirante 6,5 – Gara che crea qualche insidia al portiere rossoblù il quale si fa però sempre trovare pronto in particolare sui tentativi dell’ex compagno Mancosu che cerca in ogni modo di bucarlo.

Mbaye 5,5 – Confermato nell’undici iniziale, non mostra segnali incoraggianti di crescita soprattutto in fase offensiva sbagliando quasi sempre la misura dei cross. Meglio in difesa.

Gastaldello 5,5 – Il suo primo tempo in marcatura su Mancosu consente all’exrossoblù di agire indisturbato. Mostra pericolose amnesie indegne della sua esperienza ma ha anche il merito di confezionare forse la miglior occasione colpendo però la traversa.

Maietta 6,5 – Baluardo difensivo del Bologna, offre tutta la sua esperienza e voglia di lottare alla causa rossoblù sopperendo con l’abnegazione ai limiti fisici ed anagrafici. Encomiabile ed oggi insostituibile.

Kevin Constant è ufficialmente un giocatore del Bologna (ph. Bologna)

Constant non ha sfruttato a dovere la prima maglia da titolare (ph. Bologna)

Constant 5 – Alla prima da titolare con il Bologna dimostra di essere ancora indietro come condizione ed appare anche piuttosto rude in alcuni contrasti oltre che impreciso nei passaggi. Dal 65′ Masina 5,5 – Più vivace del compagno, ha anche l’occasione di sbloccare la gara ma non è abbastanza freddo sotto porta.

Donsah 5,5 – Qualche buona idea e discreta corsa nel primo tempo ma poi il Bologna si fa schiacciare e lui scompare. Servirebbe più qualità per dare respiro alla manovra ma nin può essere lui l’uomo giusto. Dal 77′ Brienza 6 – Pochi minuti, troppo pochi, per l’uomo di maggior qualità della rosa rossoblù che crea comunque qualche pericolo al Carpi.

Diawara 5,5 – Ancora sottotono il baby regista rossoblù che paga una condizione fisica imperfetta e forse anche un pizzico di stanchezza dopo un grande girone d’andata. Non deraglia comunque nonostante la grinta del Carpi.

Taider in conferenza stampa  (ph. Bologna fc)

Taider si è visto negare un calcio di rigore dall’arbitro (ph. Bologna fc)

Taider 6 – Ha ormai preso in mano le chiavi del centrocampo abbinando quantità e qualità, cerca la porta con qualche inserimento e tiro dal limite trovando sulla sua strada un attento Belec che gli nega il gol in avvio di gara. Si procura anche un rigore non concesso però dall’arbitro.

Mounier 5,5 – Torna titolare dopo tre settimane e mostra la voglia di rimettersi subito in gioco. Dinamico e propositivo in avvio, si spegne con il passare dei minuti ma non meriterebbe la sostituzione. Dal 46′ Floccari 5 – Presenza totalmente impalpabile per tutto il secondo tempo, gioca sicuramente la sua peggior gara in maglia Bologna.

Destro 5 – La sua gara si esaurisce in uno slalom in avvio di ripresa e non può bastare per la punta di diamante del mercato estivo che si estranea troppo dal gioco rossoblù. Continua nel segno di una grave discontinuità che lo accompagna da inizio stagione e lo priverà quasi sicuramente degli Europei.

Giaccherini ha aperto le marcature con uno splendido mancino (ph. Schicchi)

Palo esterno per Giaccherini contro il Carpi (ph. Schicchi)

Giaccherini 6,5 – Pur discontinuo, è forse l’unico che nell’arco della gara cerca maggiormente di pungere il Carpi. Impegna Belec prima dell’intervallo poi lo sorprende nella ripresa ma trova il palo esterno.

Donadoni 5,5 – La sua lettura della gara stavolta non sembra lucidissima in particolare nell’ingresso in campo tardivo di Brienza per una formazione che manca troppo di qualità per sorprendere un avversario roccioso come il Carpi. Il suo Bologna sembra arrivato alla fine delle energie e dovrebbe cercare risorse dalla panchina.

Carpi 6 – Non è una squadra bella da vedere ma estremamente pratica. Con Mancosu confeziona qualche ottima occasione poi impiega tutte le sue energie nel difendere almeno il pareggio. La strada per la salvezza resta tutta in salita ma non impercorribile per mister Castori.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *