Il Bologna dei paradossi: Verdi, Palacio e Donsah dal flop alla vittoria


Prestazione contraddittoria per il Bologna sul campo del Verona ben esemplificata dalle gare di Verdi, Palacio e Donsah. Segnali di vita da Destro

– di Marco Vigarani –

Tante palle perse per Donsah ma anche il gol della vittoria del Bologna (ph. Schicchi)

Il Bologna rischia di perderla due volte, la vince solo nel finale ma nelle statistiche apparentemente risulta nettamente la squadra più positiva. La sfida contro il Verona è uno di quei rari casi pieni di contraddizioni che rendono meraviglioso il mondo del calcio e che possono trasformare ogni rischio in un colpo di genio. Sugli spalti del Bentegodi o sul divano di casa infatti i tifosi rossoblù hanno sofferto per una gara vissuta di rincorsa ma in realtà poi scopriamo che gli uomini di Donadoni non solo hanno dominato nel possesso palla (58%) ma anche trascorso quasi 24′ nella metà campo avversaria confezionando, pur con uno scarto ridottissimo, un numero maggiore di tiri complessivi (13 a 12), di tiri in porta (10 a 8) e di occasioni da rete (10 a 9). Non ci sono invece dubbi sul fatto che il Monday Night della 13ma giornata sia stato il festival dell’errore e del passaggio sbagliato ed infatti in totale si arriva addirittura a quota 129 palloni sprecati dai due team in campo. Detto che il Verona ha vinto di un soffio la battaglia delle performance atletiche con 116.67 km contro 115.73, va evidenziato come le squadre abbiano scelto di affrontarsi sostanzialmente a viso aperto con un baricentro posizionato a metà campo.

Le statistiche di Verona-Bologna offerte dalla Lega Serie A

Mattia Destro torna al gol dopo 190 giorni di astinenza (ph. Zimbio)

Passando alle analisi dei singoli possiamo partire da una comparazione interessante tra i due registi entrambi vivaci anche in attacco e presenti per tutta la gara ed autori delle migliori performance in assoluto: Bruno Zuculini ha chiuso con 13.42 km percorsi ed Erick Pulgar con 12.61. Tornando invece a parlare delle contraddizioni di una gara difficilmente inquadrabile possiamo esaminare le prestazioni di tre rossoblù autori di prove sostanzialmente negative ma alla fine risultati decisivi. Rodrigo Palacio, Simone Verdi e Godfred Donsah hanno infatti collezionato in totale ben 20 palle perse nel corso del match ma hanno anche raggiunto il triplice fischio finale con tre assist ed un gol che perdonare tutto il resto. Non ha invece potuto completare la gara paradossalmente Mattia Destro nonostante una prova finalmente pimpante che lo ha visto protagonista di 2 tiri in porta, 1 fuori, 1 gol (dopo 190 giorni dall’ultimo), 1 fallo subito, 1 recupero e 4 palle perse. Dalla parte gialloblù meritano invece di essere sottolineate le prestazioni di Martin Caceres, difensore con il vizio del tiro in porta e del gol, e di Mohamed Fares, instancabile terzino sinistro di spinta: in totale per la coppia oltre 23 km percorsi e ben 16 palle recuperate.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *