Bologna divisa tra comunicati pro americani e Ultras in attesa


Le intricate vicende che ruotano attorno al destino del Bologna hanno spinto anche alcuni gruppi di tifosi a prendere una posizione attraverso comunicati ufficiali di sostegno all’ipotesi americana dai quali si dissocia però buona parte degli Ultras

– di Marco Vigarani –

saputo Tacopina

In tanti attendono il ritorno di Joe Tacopina e Joey Saputo a Bologna

In seguito alla visita di Joe Tacopina e Joey Saputo a Bologna, gran parte della tifoseria rossoblù ha iniziato a sperare che davvero il futuro del club emiliano potesse essere nelle mani della cordata americana che ha esposto un progetto completo di ristrutturazione dello stadio Dall’Ara. L’intervento di Massimo Zanetti , facoltoso imprenditore già protagonista del salvataggio della società felsinea nel 2010, ha in seguito causato reazioni miste nonostante la disponibilità annunciata da Luca Baraldi a provvedere al risanamento economico dei conti e al rilancio sportivo della squadra. Nei giorni scorsi su internet si è scatenato il sostegno a Tacopina e Saputo mediante l’invio di numerose centinaia di mail all’avvocato newyorkese e la creazione su Facebook di un gruppo che conta già oltre 4000 iscritti, ma nelle ultime ore sono arrivati anche i comunicati ufficiali di alcuni gruppi di tifosi.

La prima posizione è stata quella delle quattro Associazioni che hanno apprezzato “il fatto che il dott. Zanetti, a seguito dell’intervento del Presidente onorario Gianni Morandi, abbia posto le concrete premesse per garantire la continuità aziendale” invitando la proprietà “a non trascurare la possibilità di coinvolgere investitori esteri nella compagine societaria“. Esortati i tifosi a continuare a sostenere la squadra, è stata quindi ribadita “la necessità di un immediato mutamento al vertice della società, invitando la proprietà ad incaricare della gestione della società stessa persone di provata capacità e non compromesse a vario titolo con la fallimentare gestione della nostra squadra negli ultimi anni“.

Ieri ha emesso una nota ufficiale anche il Centro Bologna Club, nato nella mitica stagione dello Scudetto del 1964, a firma della presidente Cinzia Galvani nel cui testo si legge: “Il Direttivo del CBC prende atto dell’intervento del Dott. Zanetti finalizzato ad assicurare la continuità aziendale della società bolognese, confidando che sia proiettato a un futuro finalmente solido; auspica che sia fatto ogni sforzo al fine di verificare i margini di accordo con altri soggetti economici che dimostrino serietà, solidità e interesse a un serio progetto per il rilancio del calcio cittadino e chiede che sia presentato alla città il piano industriale su quale si fondano le prospettive che hanno motivato questo intervento“.

Massimo Zanetti è pronto a dare sicurezza economica al Bologna

C’è molta attesa per le prime mosse ufficiali di Massimo Zanetti

Ha poi preso parte al dibattito anche il Forum Rossoblù, che con i suoi oltre 3700 utenti iscritti rappresenta il sito di riferimento per i tifosi del Bologna, divulgando un comunicato che partendo da una citazione di Pasolini (“Tifare Bologna è una malattia che si prende da bambini e dalla quale non si guarisce più“) afferma un inequivocabile sostegno alla cordata americana. Tacopina e Saputo infatti avrebbero “espresso con parole chiare e atti concreti la loro volontà di acquisire la nostra squadra di calcio e regalarle un futuro non solo tranquillo ma anche ambizioso“. Nella speranza che questo progetto vada in porto, gli utenti del Forum “chiedono alla città di adoperarsi perchè questo accada, sono grati al sindaco Merola e all’assessore Rizzo Nervo per la sensibilità già mostrata in tal senso e confidano che Massimo Zanetti, pur ringraziato di cuore per l’impegno profuso, faccia un ulteriore sforzo di altruismo e lungimiranza ad aiutarci ad avverare un sogno“.

Infine ieri sera numerosi esponenti di alcuni gruppi Ultras rossoblù (Beata Gioventù, Settore Ostile, Mods e Molle Cariche) hanno esposto il proprio pensiero su Radio International Bologna durante la trasmissione “Balaustra Centrale”. Di fronte alle manifestazioni di apprezzamento nei confronti dei potenziali investitori americani e all’annunciato nuovo impegno di Zanetti, buona parte dei gruppi organizzati della Curva ha deciso di attendere l’evoluzione degli eventi senza aderire alle posizioni del CBC e del Forum Rossoblù. Per gli Ultras infatti la soluzione in questo momento è osservare i prossimi passi compiuti tanto dagli americani quanto dall’imprenditore veneto con la ragionevole consapevolezza di poter comunque continuare ad avere una squadra per cui tifare vedendo preservato il Bologna dalla possibilità del fallimento.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *