Bologna, Donadoni prova il 3-5-2 in vista dell’Hellas


Nell’amichevole di ieri sera contro l’Axys Valsa, Donadoni ha schierato il Bologna con il 3-5-2: Zuniga e Giak esterni di centrocampo, Mounier-Floccari in attacco. Tabacchi in campo in uno dei tre tempi da 30′

– di Luigi Polce –

Tabacchi anche oggi con la prima squadra: si va verso una sua convocazione per la gara contro l'Hellas (ph. bolognafc)

Tabacchi anche oggi con la prima squadra: si va verso una sua convocazione per la gara contro l’Hellas (ph. bolognafc)

Novità in vista per il Bologna che prosegue la preparazione in ottica Hellas Verona. La squadra di Donadoni ha disputato ieri sera una partita amichevole al Dall’Ara contro l’Axys Valsa, formazione di Monteveglio che milita nel campionato di Eccellenza. La gara era a porte chiuse, ma secondo indiscrezioni in nostro possesso pare che il tecnico rossoblù stia pensando ad una piccola rivoluzione viste e considerate le assenze in difesa di Gastaldello, Mbaye e Morleo. Durante la partitella infatti, divisa in tre tempi da circa 30 minuti l’uno e terminata 8-1 in favore di Floccari e soci, Donadoni ha provato a lungo il modulo 3-5-2, alternato ad una sorta di 3-4-3, inizialmente con la difesa composta da Ferrari, Maietta e Masina, poi con l’ingresso di Rossettini per Mimmo mantenendo comunque lo stesso sistema di gioco: mai difesa a 4 dunque, almeno ieri sera è stato così. Azzardando un’ipotesi di formazione anti-Hellas allora, si va verso un centrocampo a 5 con Diawara in regia, affiancato da Donsah e Taider, mentre sulle fasce Zuniga sulla corsia di destra e Giaccherini sul versante opposto, un po’ come fatto in nazionale nelle amichevoli contro Spagna e Germania (peraltro con discreti risultati, specie nella gara contro gli iberici). In avanti invece, Mounier vicino a Floccari a comporre il tandem offensivo. La notizia positiva arriva da Tabacchi, anche oggi aggregato alla prima squadra e in campo nella prima delle tre tranche: sintomo che la stima di Donadoni nei suoi confronti c’è, e pensare ad una sua convocazione per lunedì sera non è affatto utopia. Dopo l’amichevole, la squadra si è fermata allo stadio per una cena tutti insieme a base di pizza, come testimoniato dal selfie postato da Mirante sul proprio profilo Instagram che ritrae il portierone rossoblù assieme al collega Da Costa e a Rossettini. Domani proseguiranno i lavori, sempre rigorosamente a porte chiuse, mentre domenica la classica rifinitura con annessa la conferenza stampa della vigilia di mister Donadoni. Per un Bologna che potrebbe regalare sorprese e cambiamenti in queste ultime settimane di stagione.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *