Bologna: dopo i soldi arrivano le nomine?


Saldati gli stipendi e completato l’aumento di capitale, ora il Bologna di Saputo e Tacopina deve ufficializzare le nomine di Di Vaio e Corvino per poi concentrarsi sul calciomercato

– di Marco Vigarani –

Joey Saputo è arrivato a Bologna

Joey Saputo ha completato l’aumento di capitale

Prima della grande festa di Natale in Terrazza Bernardini, il Bologna aveva già provveduto lunedì ad onorare i propri impegni nei confronti dei dipendenti saldando la rata degli stipendi per i mesi di settembre e ottobre ma anche la relativa Irpef ed una parte dei premi della passata stagione. In pratica il club rossoblù aveva ottemperato in tempo utile a tutti i suoi doveri non solo nei confronti dei lavoratori che prestano la loro opera sia in campo che fuori ma anche dello Stato italiano evitando di incorrere in punti di penalizzazione che si sarebbero sommati a quello ancora non sottratto alla classifica ma che resta comunque decisamente probabile. Qualche ora fa poi sono arrivati nelle casse del Bologna FC i sei milioni di euro necessari per completare l’aumento di capitale sottoscritto per la prima metà il 15 ottobre al momento del passaggio di consegne. Dopo aver mancato nella presentazione della fideiussione un mese fa, ora  Joey Saputo, socio forte e nuovo chairman del club felsineo, ha quindi garantito quell’iniezione di denaro indispensabile a dare un futuro alla società giunta nella scorsa estate fino all’orlo del baratro. Pur restando attualmente presidente Tacopina, le dinamiche interne di forza sono mutate con un forte spostamento dell’asse verso il Canada e per chiudere i conti con il passato ora non resta che fissare un nuovo appuntamento dal notaio per le ultime formalità con l’ex controllante Bologna 2010: la data ultima dovrebbe essere il 22 dicembre.

Pantaleo Corvino: prossimo ds rossoblù? (ph. Zimbio)

Corvino resta in attesa della nomina (ph. Zimbio)

Il primo effetto della chiusura dell’aumento di capitale dovrebbe prevedere l’ufficializzazione di alcune nomine all’interno dell’organigramma rossoblù e successivamente l’avvio ufficiale delle operazioni legate al calciomercato. Marco Di Vaio e Pantaleo Corvino sono in standby più o meno ufficiale ormai da settimane e nei prossimi giorni riceveranno l’investitura come nuovi membri attivi dello staff dirigenziale che già conta sull’amministratore delegato Fenucci. L’ex capitano, da tempo uomo di fiducia di Saputo, era stato indicato come possibile nuovo vicepresidente ma la carica formale in tal caso avrà meno valore dell’effettivo ruolo di collante tra la squadra, la dirigenza e la città. Per Corvino invece resta da valutare se sia opportuno un ingresso immediato come direttore sportivo o se il lavoro svolto da Fusco ed apprezzato anche dal magnate canadese possa valere all’attuale responsabile dell’area tecnica una conferma in carica almeno fino alla scadenza del contratto. In ogni caso è chiaro che, sbrigate le formalità delle nomine, l’obiettivo si sposterà subito alle trattative di calciomercato con la consapevolezza di dover investire in almeno tre rinforzi importanti per rendere questo Bologna in grado di perseguire subito l’obiettivo della promozione in Serie A. Infine è possibile anche che acquisiscano potere all’interno della società altri professionisti dell’area canadese come Marsili e De Santis.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *