Bologna, finalmente le statistiche ti sorridono


Dopo una stagione di delusioni, seguita da un’estate di incertezze e da un inizio di stagione poco incoraggiante, il Bologna ha ripreso a collezionare qualche dato positivo

– di Massimo Righi –

Novara-Bologna 0-2, ottobre 2011. Gaston Ramirez segna il vantaggio e i compagni lo celebrano

Novara-Bologna 0-2, ottobre 2011. Gaston Ramirez circondato dai compagni dopo il gol del vantaggio

Con la ritrovata serenità sul campo, e forse anche nell’aspetto dirigenziale, il Bologna ha riaperto le speranze dei tifosi riguardo al fatto che la squadra possa essere più competitiva di quanto mostrato fino alla disfatta col Crotone. Dopo un anno di delusioni, dove dal punto di vista statistico si sono registrati quasi solamente aspetti negativi e poco edificanti, il Bologna targato Lopez, seppur ancora “work in progress”, ha reso le statistiche di questa prima parte di stagione indubbiamente più interessanti.

Porta chiusa – Il Bologna non subiva zero gol in due partite consecutive da marzo scorso in serie A, quando grazie agli 0-0 maturati a Verona contro l’Hellas e in casa contro il Sassuolo, riuscì a mantenere la propria rete inviolata fino al primo minuto della ripresa della partita successiva, quando i rossoblù caddero a Livorno per 2-1 e la rete di Benassi spense le speranze di continuare il trend positivo iniziato a Verona.

Serie di vittorie – Era da fine ottobre 2013 che il Bologna non vinceva due partite di fila. Alla nona giornata infatti, il Bologna sconfisse il Livorno di misura con rete di Crespo al Dall’Ara, dopodiché nel turno infrasettimanale, i rossoblù di Pioli andarono a sbancare Cagliari, imponendosi addirittura per 3-0 con reti di Garics, Kone e Pazienza.

Continuità in trasferta – Alla luce dei successi a Pescara e Terni, era dalla stagione 2011/12 che il Bologna non vinceva due gare consecutive in trasferta, quando la compagine rossoblù fu corsara consecutivamente sui campi di Novara e Chievo Verona a ottobre 2011. In Piemonte, il Bologna ebbe la meglio sul Novara per 2-0 grazie alle reti di Ramirez e Acquafresca, all’esordio di Pioli sulla panchina felsinea. Dopo due settimane, dopo aver perso in casa contro la Lazio, il Bologna vinse di nuovo in trasferta, al Bentegodi, in casa del Chievo Verona, in virtù della rete siglata da Acquafresca nella ripresa.

Pronti…gol! – Il Bologna non segnava così velocemente dalla gara interna vinta contro il Livorno della stagione scorsa. Fu lo spagnolo Crespo a mettere in rete un cross proveniente dalla sinistra dopo appena 4’ di gioco, risultando decisivo per portare a casa i primi tre punti della stagione. Laribi però, con il gol vittoria siglato al Cittadella sabato, ha fatto meglio del collega iberico, violando la rete avversaria quando il cronometro non aveva ancora completato il giro del 2’ minuto di gioco.

Curiosità – Infine, l’ultima vittoria interna del Bologna ha avuto lo stesso punteggio (1-0), di quella colta sabato sul Cittadella dopo sei mesi di astinenza interna: si tratta dell’ormai famosa sfida contro il Cagliari, vinta grazie ad un rigore realizzato da Christodoulopoulos a dodici minuti dalla fine.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *