Bologna-Fiorentina: tutti i numeri della sfida


Tra Bologna e Fiorentina raramente è finita 0-0 e spesso negli ultimi anni si è giocato in febbraio. I viola stanno recuperando terreno nel conto dei precedenti

– di Marco Vigarani –

Cuadrado contro Antonsson, un duello dell'ultimo Bologna-Fiorentina (ph. Zimbio)

Cuadrado contro Antonsson, un duello dell’ultimo Bologna-Fiorentina (ph. Zimbio)

Comunemente detto Derby dell’Appennino, l’incontro tra Bologna e Fiorentina è ricco di storia e significato anche se dopo 63 precedenti al Dall’Ara la supremazia dei padroni di casa inizia ormai a vacillare pericolosamente. Sono infatti 25 le vittorie dei rossoblù contro 24 pareggi e 14 sconfitte mentre la differenza reti è ancor più risicata con 79 segnate e 74 subite. Curiosamente oggi sarà la quarta volta nelle ultime sette occasioni che Bologna-Fiorentina andrà in scena durante il mese di febbraio e la statistica vuole che la sfida debba vedere almeno una delle due squadre segnare un gol visto che dal 1979 in avanti lo 0-0 si è verificato soltanto in due occasioni. La formazione viola potrebbe riproporre 3/11 della formazione vista al Dall’Ara nell’aprile del 2014 mentre in panchina troverà posto Panagiotis Kone che in quell’occasione scese in campo da titolare con la maglia felsinea. Per rinfrescare la memoria ecco i tabellini delle ultime sei gare:

2013/14, 26 aprile 2014, 0-3 (Cuadrado, Ilicic, Cuadrado)
2012/13, 26 febbraio 2013, 2-1 (Ljajic, Motta, Christodoulopoulos)
2011/12, 21 febbraio 2012, 2-0 (Diamanti, Ramirez)
2010/11, 6 gennaio 2011, 1-1 (Di Vaio, Santana)
2009/10, 22 agosto 2009, 1-1 (Osvaldo, Mutu)
2008/09, 2 febbraio 2009, 1-3 (Mutu, Mutu, Mingazzini, Gilardino)

Pantaleo Corvino: prossimo ds rossoblù? (ph. Zimbio)

Sette anni alla Fiorentina per Pantaleo Corvino (ph. Zimbio)

Come anticipato in precedenza, potrebbe fare il suo esordio proprio oggi con la maglia della Fiorentina l’unico ex della sfida odierna ovvero quel Panagiotis Kone che ha collezionato 94 presenze e 13 gol (alcuni davvero memorabili) indossando quella del Bologna tra il 2011 ed il 2014. Se il palcoscenico degli ex è quanto mai scarno, non si può però dimenticare Pantaleo Corvino che dal 2005 al 2012 ha gettato solide fondamenta per il rilancio della Fiorentina sul piano non solo economico ma anche sportivo visto che ancora oggi veste la maglia viola un cardine del progetto come Pasqual ed un giovane prospetto come Babacar. Passando a parlare del presente, essendo Paulo Sousa alla sua prima stagione in Serie A, non esistono precedenti con il subentrato Roberto Donadoni che però in carriera non gode di un buon record contro la Fiorentina (2 vittorie, 4 pareggi e 5 sconfitte) mentre invece l’unica sfida del tecnico lusitano al Bologna risale alla vittoria del girone d’andata.

Per questa partita importante è stato designato un arbitro esperto come Luca Banti di Livorno, esordiente nel 2005 e da allora protagonista di 170 gare di cui tante con Bologna o Fiorentina come contendenti. I precedenti in Serie A con i rossoblù sono di 5 vittorie, 3 pareggi e 6 sconfitte mentre invece quelli con i toscani parlano di 11 vittorie, 5 pareggi e 6 sconfitte. Nel 2010 Banti ha inoltre arbitrato, anche se al Franchi, un Derby dell’Appenino che si concluse sul 2-1 per i padroni di casa.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *