Bologna-Frosinone, le voci dei protagonisti


Dopo la vittoria contro il Frosinone, per il Bologna sono intervenuti il tecnico Delio Rossi ma anche il match winner Anthony Mounier ed i compagni Marios Oikonomou e Luca Rossettini

– di Marco Vigarani –

Delio Rossi in conferenza stampa

Delio Rossi in conferenza stampa

Arriva finalmente la prima vittoria stagionale del nuovo Bologna che sblocca la classifica battendo il Frosinone al termine di una gara a dir poco sofferta. Al termine lo stesso tecnico Delio Rossi ammette: “Oggi contava tantissimo il risultato perchè siamo un gruppo giovane che sta crescendo giorno dopo giorno. Questo Bologna ha tanta voglia di fare ma anche paura dei risultati negativi quindi riuscire a vincere è stato importantissimo a maggior ragione dopo aver subito spesso gol nel finale delle ultime partite. Questi tre punti aiuteranno i ragazzi a lavorare ancora meglio durante la settimana perchè c’è ancora tanto da fare per migliorare ma devo dire che ho visto il giusto atteggiamento ed un miglioramento rispetto alle prime gare. Il Frosinone è un gruppo ben amalgamato a differenza nostra che puntiamo anche tanto sui giovani come avete visto ad esempio oggi a centrocampo: una scelta che si è rivelata vincente e che regalerà a tutti loro la consapevolezza di poter giocare in Serie A. Destro va aspettato perchè sarà sicuramente un valore aggiunto per il nostro Bologna quindi dobbiamo aiutarlo e lui deve farsi aiutare. La gente poi lo applaude per fiducia e perchè vede in lui come nei suoi compagni il giusto impegno. Tacopina? Dal punto di vista umano mi dispiace“.

Intervistato a caldo nel dopopartita, ecco il pensiero di Marios Oikonomou: “Questa non era la partita adatta per cercare il bel gioco: contavano solo i tre punti. Siamo una squadra che lavora tanto durante la settimana e che ha ampi margini di miglioramento ma che è anche composta da tanti ragazzi nuovi che non si conoscono. Sotto questo punto di vista siamo un Bologna simile a quello dello scorso anno che doveva conoscersi a maggior ragione dopo tanti acquisti a fine mercato. Le offerte delle grandi squadre? Ho scelto di restare in una bella città, in un club con un progetto importante e bellissimi tifosi: per tutto il resto c’è tempo“.

Sorride Mounier, in gol all'esordio davanti ai suoi nuovi tifosi (ph. fantagazzetta.com)

Il match winner odierno Anthony Mounier (ph. fantagazzetta.com)

Tocca quindi al match winner, il francese Anthony Mounier: “Sono contento del gol che dedico alla mia famiglia rimasta in Francia ma oggi contava solo che il Bologna facesse tre punti a prescindere dal marcatore. Personalmente magari sono leggermente più avanti dei compagni a livello di condizione fisica perchè in Francia avevo già iniziato a giocare ma devo ancora entrare nei meccanismi a livello tattico ed in particolare sto imparando a conoscere meglio Destro per scoprire la posizione migliore al suo fianco che mi permetta di sfruttare gli spazi che crea. Oggi festeggiamo questa vittoria e da domani pensiamo alla Fiorentina“.

Infine parla il difensore Luca Rossettini, quest’oggi capitano del Bologna: “Il nostro obiettivo era muovere la classifica e ci siamo riusciti ma siamo ancora un cantiere aperto e soprattutto per i ragazzi più giovani era fondamentale conquistare i primi tre punti acquisendo la consapevolezza di essere anche in grado di vincere. Come preparazione siamo su livelli differenti ma lavoreremo per arrivare tutti in pari: è normale che nel secondo tempo facciamo fatica a maggior ragione visto che abbiamo sempre di fronte un avversario che non ci fa sconti ed anche oggi il Frosinone ci ha messo in difficoltà. Noi però ci tenevamo a dare una prima gioia ai nostri tifosi“.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *