Bologna-Frosinone, le voci dei protagonisti


A seguito del 2-2 fra Bologna e Frosinone, è intervenuto il presidente Tacopina, mentre in sala stampa hanno parlato mister Lopez ed i due autori del gol Maietta e Bessa

– di Massimo Righi –

Daniel Bessa festeggia il suo primo gol in rossoblù e da professionista

Daniel Bessa festeggia il suo primo gol in rossoblù e da professionista

Le parole del presidente Joe Tacopina, primo a parlare dopo il fischio finale: “Il secondo tempo mi è piaciuto e faccio i complimenti a Lopez per i cambi fatti. Il pareggio va bene, per il momento ci aiuta a restare in scia con le altre. Gli ultimi minuti per me sono sempre una tortura, soffro come tutti e anche stavolta è stato così”. Il presidente svela un retroscena: “Ho visto il secondo tempo dalla balaustra della Terrazza Bernardini per scaramanzia Perché? Stavo tornando al mio posto, ma Bessa ha fatto gol e quindi ho deciso di restare lì fino alla fine”. Infine, un rapido accenno sulla società: “Nessuna nuova. È tutto ok”.

Un Bologna a due facce, questo è quel che ha visto Diego Lopez: “Il primo tempo non abbiamo giocato bene anche per merito del Frosinone, squadra tosta e che ha parecchie qualità. Sul primo gol abbiamo regalato loro il corner, ma in generale li abbiamo sofferti. Nel secondo tempo abbiamo reagito bene, non era facile; si poteva vincere, ma pure perdere sull’occasione di Curiale”. La scelta di Casarini regista non è stata premiata: “Ho deciso di impiegarlo in quel ruolo, ma l’ho scambiato con Bessa nel secondo tempo. Masina? È entrato bene, è un ragazzo che lavora molto, si sta impegnando e sono felice per lui”. Come aveva annunciato alla vigilia della partita, il Frosinone è una buona squadra e non ha sorpreso mister Lopez: “Non è una sorpresa per me, conoscevo i loro valori. Nel primo tempo ci hanno messo sotto non facendoci giocare. Hanno giocato una buona partita mettendoci in difficoltà, pur non tirando in porta. Nel secondo tempo siamo stati meglio noi, ma la partita è stata più tecnica”. Ma per quanto riguarda l’impegno, Lopez esalta i suoi uomini: “Ci abbiamo messo il cuore. Non basta giocare, serve anche quello. In generale è stata una bella gara, dopo un brutto primo tempo, sono rimasto molto soddisfatto della reazione perché abbiamo risposto ad una squadra che sa mettere tutti in difficoltà. L’orgoglio è venuto fuori dai ragazzi perché non si erano piaciuti nemmeno loro, questo è importante e positivo. Certamente io parlando da tifoso, non ero contento della prestazione”. Le altre squadre davanti al Bologna continuano a vincere: “Negli scontri diretti ci siamo sempre comportati bene, anche col Trapani che venne qua da prima in classifica. Poi è vero che non facciamo sempre benissimo ma il Bologna ha sempre fatto il suo. Oggi comunque abbiamo dato grande dimostrazione di questo atteggiamento ed è una cosa positiva”.

In mixed zone, dopo il mister hanno parlato i due marcatori rossoblù, Maietta e Bessa. Ecco le parole del difensore, al primo gol con il Bologna: “Nel secondo tempo abbiamo fatto un’ottima gara cercando di ribaltare il risultato, purtroppo ci sono stati troppi errori sulle palle inattive e abbiamo subito gol. Sulla mia rete sono stato fortunato, ero al posto giusto, nel momento giusto”. Il difensore fa ammenda generale sulle reti subite: “I gol li abbiamo presi tutti su palla inattiva, dobbiamo migliorare su questo. Abbiamo fatto un tempo per parte, loro meglio nel primo, mentre nel secondo siamo venuti fuori noi”. A inizio gara, Maietta aveva sentito un dolore: “Dopo tre minuti ho sentito male al tendine d’Achille, forse non mi ero scaldato bene”. Concorda infine con Lopez sull’aspetto del carattere: “La squadra ha carattere, a Catania ci hanno ripreso e ci ha dato fastidio, oggi abbiamo provato a vincere fino alla fine, ma è andata così, il pareggio ci va comunque bene, l’importante è non perdere: siamo solo a 2 punti dal Frosinone. Vedo sempre il bicchiere mezzo pieno e abbiamo allungato la striscia di risultati“. Dopo di lui, le impressioni di Daniel Bessa, il brasiliano oggi ha segnato il suo primo gol fra i professionisti: “Sono felicissimo per il gol, lo sognavo e lo meritavamo. Credo di avere un buon tiro, me lo dice anche Di Vaio. Nel secondo tempo si è visto il Bologna vero, noi siamo quelli della ripresa, con quella personalità. Dove mi trovo meglio? Non lo so, può darsi abbia fatto meglio in mezzo che come mezzala ma devo comunque migliorare. Il primo tempo loro sono stati più bravi, sapevamo che non avremmo affrontato un avversario facile, quando però abbiamo iniziato a fare il nostro gioco siamo andati bene. Dobbiamo imparare a non concedere un tempo intero come abbiamo fatto oggi. Ad ogni modo la prestazione c’è stata e non credo che abbiamo buttato via dei punti, questo è successo a La Spezia. La dedica del gol? Era per mio padre e mio fratello che hanno compiuto gli anni in settimana”.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *