Bologna, il riassunto del mercato estivo rossoblù


Il Bologna ha concluso il proprio mercato aggiungendo altri due innesti nell’ultimo giorno utile per gli acquisti, Improta e Bessa. In uscita però non è stato piazzato alcun esubero

di Massimo Righi

Alle ore 23 di ieri, 1 settembre, il calciomercato italiano ha chiuso i battenti. Il Bologna, proprio ieri, ha concluso due trattative in entrata e una in uscita, senza riuscire però a sistemare i giocatori con i contratti più pesanti, in primis Pazienza ed Acquafresca, i quali resteranno sotto le Due Torri. I rossoblù hanno rivoluzionato parecchio la rosa dalla scorsa stagione di serie A.

Riccardo Improta, classe '93, uno degli ultimi arrivi in rossoblù

Riccardo Improta, classe ’93, uno degli ultimi arrivi in rossoblù

L’ultimo giorno – La giornata di ieri, ha visto sbarcare a Bologna Riccardo Improta dal Genoa, classe ’93, esterno offensivo che nell’ultima stagione in prestito a Padova ha siglato 7 reti in 19 partite distinguendosi come un buonissimo prospetto (è nel giro U21). Il ragazzo però in estate, ha subito una frattura al piede nel ritiro con Genoa e prima di ottobre non sarà disponibile. Dopo di lui, il Bologna ha tesserato Daniel Bessa, brasiliano classe ’93 come Improta, trequartista dell’Inter che negli ultimi anni è stato mandato in prestito a Vicenza, poi in Portogallo ed infine in Olanda, senza però raccogliere i consensi sperati. Se non altro, il giovane si San Paolo non ha infortuni da smaltire. Una volta chiuso il capitolo acquisti, il ds rossoblù Fusco si è concentrato su quello delle cessioni, senza riuscire a fare quanto prefissatosi nonostante lo sforzo profuso. Robert Acquafresca ha rifiutato alcune proposte dall’est europeo, ma anche e soprattutto quella con Cesena che l’avrebbe riportato in A con Garriatano a fare il percorso inverso, ma in questo caso pare che nessuno dei due giocatori fosse convinto dell’affare. Inoltre, i sondaggi di Parma e Torino per lui, non sono stati tali da poter parlare di reali trattative. Anche Michele Pazienza è rimasto in rossoblù, avendo rifiutato l’invitante offerta dell’Apoel Nicosia, squadra cipriota che disputa la Champions League, mentre gli interessamenti di Torino e Palermo non hanno avuto seguito, morale, nulla di fatto. L’unico giocatore ceduto, è stato il centrocampista Gerevini, arrivato in estate dal Brescia, che si è accasato in prestito all’Ischia.

Tanti esuberi – Come ampiamente risaputo e ribadito, il Bologna è rimasto con molti giocatori a libro paga, ben 34. L’unica soluzione rimasta per cercare di sfoltire l’ampia rosa rossoblù è quella di sondare i mercati ancora aperti come quelli dell’est Europa o addirittura in Asia, dove potrebbero trovare estimatori i vari Friberg, Riverola, Rodriguez, Friberg e Radakovic, sempre ammesso che i giocatori prendano in considerazione questi campionati. Infine c’è Diego Perez. L’ex capitano rossoblù continua a svolgere un programma di allenamento personalizzato. Nei giorni scorsi si era vociferato di un suo possibile rinnovo di contratto con ingaggio da dividersi su un anno in più, così come di una rescissione consensuale, al momento però non ci sono novità.

Ritorna Portanova? – L’ipotesi di un ritorno sotto le Due Torri di Daniele Portanova, era iniziata a circolare nella tarda serata di ieri, una volta che il centrale laziale si era separato dal Genoa dopo un’estate di malumori. Dopo l’ufficialità della rescissione fra le parti, si era cominciato a paventare che Portanova potesse seriamente considerare l’idea di tornare a Bologna, dove ritroverebbe una gran parte di pubblico, soprattutto la curva A. Costa, che lo stima ancora parecchio. L’interesse più defilato, ma più remunerativo, dello Spezia, non troverebbe il consenso del difensore, che davanti alla prospettiva di tornare in rossoblù non considererebbe altre offerte.

Lo schema del calciomercato estivo del Bologna:

Arrivi – Troianiello (a, Palermo), Casarini (c, Lanciano f.p.), Giannone (a, Crotone), Laribi (c, Latina), Matuzalem (c, Genoa), Paramatti (d, Inter), Coppola (p, Milan), Cacia (a, Verona), Maietta (d, Verona), Zuculini (c, Arsenal Sarandi), Yaisien (a, Trapani f.p.), Djokovic (c, Cluj f.p.), Pulzetti (c, Siena f.p.), Abero (d, Avellino f.p.), Riverola (c, Maiorca f.p.), Oikonomou (d, Cagliari), Gerevini (c, Brescia), Lombardi (p, Bassano f.p.), Bentancourt (a, Atalanta), Paez (d, Liverpool), Buchel (c, Lanciano), Bessa (c, Sparta Rotterdam), Improta (a, Genoa), Ceccarelli (d, Padova), Ferrari (d, Crotone f.p.), Pasi (Santarcangelo f.p.).

Partenze – Christodoulopoulos (c, Verona), Sorensen (d, Verona), Laxalt (c, Empoli), Krhin (c, Inter), Bianchi (a, Atalanta), Cherubin (d, Atalanta), Antonsson (d, Copenhagen), Cech (d, svinc.), Natali (d, fine contratto), Moscardelli (a, Lecce), Cristaldo (a, Metalist), Curci (p, Roma), Mantovani (d, Palermo), Della Rocca (c, Palermo), Pisanu (c, Sliema), Paponi (a, Ancona), Ibson (c, Recife), Crespo (d, Cordoba), Capello (a, Cagliari), Konè (c, Udinese), Gerevini (Ischia), Maini (Ancona), Bandini (Inter), Boccaccini (Brescia), Marchi (Cremonese), Pulzetti (c, Cesena), Djokovic (c, Livorno).

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *