Bologna ko ma Lopez, Cacia e Morleo dicono: “Niente drammi”


Dopo la sconfitta rimediata dal Bologna all’esordio a Perugia si presentano davanti ai cronisti il tecnico Lopez, l’attaccante Cacia ed il capitano Morleo

di Marco Vigarani

Diego Lopez in conferenza stampa

Diego Lopez in conferenza stampa

Il cammino del Bologna in Serie B parte probabilmente nel peggiore dei modi e per Diego Lopez si tratta decisamente di una doccia fredda inattesa. Il mister però non si dimostra troppo preoccupato almeno a parole: “Contro L’Aquila e Perugia sono arrivati due risultati negativi ma oggi ho visto passi avanti. Siamo stati squadra per almeno un tempo ma ci è mancato l’ultimo passaggio. Nessun allarme: dobbiamo solo continuare a lavorare migliorando nella fase offensiva“. Le due espulsioni che hanno indirizzato la gara poi non sono piaciute al tecnico che afferma: “Secondo me Garics non era neanche da ammonire mentre invece Zuculini ha fatto un’entrata decisa ma che non meritava il cartellino rosso“. Lopez prova poi addirittura a cercare qualcosa di positivo nella disfatta del Curi: “Credo che la mia fiducia in ragazzi come Paez e Buchel sia stata giustificata da quanto mostrato sul campo“.

Cacia con la maglia del Bologna.

Cacia con la maglia del Bologna.

Chiede pazienza anche Daniele Cacia che rimarca: “Siamo solo alla prima giornata: non possiamo creare allarmismi. La Serie B è lunga e noi siamo un gruppo nuovo in cui tanti ancora non si conoscono. Non sto cercando alibi ma solo facendo considerazioni da giocatore che vive tutti i giorni la realtà rossoblù. Vorrei sentire più fiducia da parte di tutti attorno a noi. Questo è un appello che rivolgo anche a voi giornalisti”. L’attaccante poi scende nel dettaglio e analizza: “Dobbiamo essere più concentrati e determinati in attacco ma oggi non credo che si possa dire che il Bologna sia stato rinunciatario. Semplicemente a volte viene automatico pensare prima a non subire gol piuttosto che a farli. Personalmente non ho preferenze sul modulo: gioco da solo o con altri compagni come vuole il mister“.

Archimede Morleo analizza l'eliminazione in Coppa Italia

Archimede Morleo analizza l’eliminazione in Coppa Italia

L’ultimo a presentarsi davanti ai cronisti è il capitano Archimede Morleo che riparte dal tema dei due cartellini rossi dicendo: “A costo di apparire critico nei confronti dei compagni dico che non possiamo regalare la superiorità numerica agli avversari. Poi comunque il primo gol, arrivato su un episodio sfortunato, ci ha tagliato le gambe. Il secondo invece ci ha svegliati. In generale però ho visto passi avanti nella prestazione della squadra e credo che restare compatti sia l’unico modo per fare risultati e ridare entusiasmo ai nostri tifosi“. Il terzino poi parla del gruppo e afferma con decisione: “Vi assicuro che non ci sono scorie della retrocessione e che siamo una squadra sana. Vi invito anzi a criticare i veterani come me o Garics senza accanirvi sui ragazzi più giovani che meritano fiducia“.

Nonostante l’esito disastroso dell’esordio quindi in casa Bologna sembra respirarsi un’aria densa di fiducia nelle potenzialità di questo gruppo che però già domenica prossima contro l’Entella è chiamato a dare segnali di vita sul campo oltre che a parole.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *