Bologna-Latina, le voci dei protagonisti


A seguito del pareggio interno per 0-0 con il Latina, sono intervenuti a fine partita il presidente Tacopina, l’a.d. Fenucci ed i giocatori Coppola e Buchel

– di Massimo Righi –

Claudio Fenucci, nel post Bologna-Latina

Claudio Fenucci, nel post Bologna-Latina

Al termine della partita, il presidente Tacopina ha rilasciato una breve dichiarazione: “Veniamo da quattro partite senza segnare in casa. Facciamo fatica a trovare la via del gol e oggi quando ci siamo riusciti abbiamo preso la traversa. E’ un periodo così, ma è in questi momenti che il carattere della squadra deve uscire fuori. Vedremo. Ma lasciatemi dire due parole riguardo a Giuseppe Gazzoni, che ha accettato il nostro invito a venire allo stadio e la cui presenza significa molto per noi perché rappresenta la storia di questo club e della città. Siamo felici che faccia parte della nostra squadra”.
Dopodiché ha parlato Fenucci che ha di fatto confermato Lopez: “Rimane il nostro allenatore, finora ha fatto un buon lavoro e non è e non sarà in discussione. La B è tosta e sappiamo ci sarà da soffrire, ma non è così solo per noi bensì per tutti; è un campionato molto equilibrato. Continueremo a lavorare per migliorare le prestazioni in casa, visto che in trasferta siamo sempre andati meglio. In questo periodo abbiamo incontrato squadre in grande condizionee in fin dei conti siamo sempre due punti sopra la terza senza contare la penalizzazione. Soluzioni alle difficoltà? Abbiamo una rosa ampia che ci può dare delle alternative, ma possiamo migliorare al di là di questo”. Pochi istanti dopo Fenucci, ha parlato mister Lopez: “Ho visto cose positive, la prestazione stasera c’è stata: siamo stati corti, abbiamo fatto buone cose, ma non abbiamo trovato spazi. È un momento difficile in casa perché non riusciamo a vincere, in questo girone di ritorno incontriamo maggiori difficoltà ma nom ci dobbiamo spaventare. Gli avversari? Ci sono, giocano ed è normale che facciano il loro, compreso il rendersi pericolosi, noi però li abbiamo contrastati bene rendendo loro difficile giocare. Il Latina inoltre, si è snaturato per giocare contro di noi, mettendosi a 5-3-2, quando venivano dal 4-3-3 e hanno giocato in rapidità con i loro attaccanti, ma noi siamo stati bravi a marcarli. Cambiare tatticamente? No, datemi voi dei suggeriti. Certo dobbiamo essere più veloci, come a Cittadella, oltre a verticalizzare di più. Non abbiamo Krsticic, che sa farlo molto bene ma credo che Buchel e Casarini possano fare bene al suo posto. Buchel indietro di condizione? Non fisicamente secondo me, ma con la testa.A Varese mancheranno 3 giocatori? Ne giocheranno altri. Cacia? L’ho cambiato perché veniva dalla partita col Vicenza che abbiamo giocato in dieci. Vedrò se dargli un turno di riposo, ci penserò nei prossimi giorni. Zuculini? Ha messo in campo quel che tuttici aspettavamo. Laribi un po’ in flessione? Sta giocando sempre, alcune volte ci sta che sia meno in forma. Mancosu? Anche per lui ci vuole tempo, come per altri. Sono certo che presto vedremo quel giocatore che era a Trapani. Si, non boccio mai nessuno, nemmeno Mbaye, che era facile criticare dopo le ultime partite, invece credo ci voglia tempo e fiducia: non tutti si trovano bene subito, qualcuno ha bisogno di più tempo”.

Marcel Buchel in conferenza stampa

Marcel Buchel in conferenza stampa

In mixed zone, hanno parlato Coppola e Buchel. Ecco le parole del portiere: “Ci manca il gol e facciamo fatica a prender punti, ma serve avere pazienza. Anche il Carpi ha avuto un momento difficile dove ha colto molti pareggi poi oggi è tornato a vincere Ho fiducia, sono convinto che tutti insieme, con l’appoggio dei tifosi, alla fine ce la faremo, perché in questo campionato paga la continuità. Vogliamo fare qualcosa di importante, e a volte siamo troppo frenetici, dobbiamo stare più calmi. Lopez? Abbiamo fiducoa nel mister e crediamo in lui. Pressione? Non ci voglio pensare. Sapevamo che era così quando abbiamo scelto una pazza come Bologna”. Al termine, le parole di Buchel: “Non siamo soddisfatti perché volevamo assolutamente i tre punti Secondo me abbiamo giocato meglio rispetto a venerdì col Vicenza ma ci è mancato lo stesso qualcosa, nonostante un Latina meritevole. Noi centrocampisti dobbiamo rifornire meglio le punte di quanto abbiamo cercato di fare, dal momento che siamo stati po’ troppo distanti da loro. Il campionato resta ancora tutto da giocare ed è apertissimo: ora pensiamo subito al Varese per cercare di ritornare a vincere sin da sabato. La mia condizione? Se il mister mi fa giocare vuol dire che sto bene. Non credo l’infortunio mi abbia frenato, certo, devo migliorare”.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *