Il Bologna non si accende, al Dall’Ara vince il Brescia


Prova incolore per il Bologna che esce sconfitto dalla sfida comtro il Brescia. Caracciolo e Morosini ribaltano la rete di Cacia

– di Marco Vigarani –

Al Dall'Ara vince il Brescia 2-1

Al Dall’Ara vince il Brescia 2-1

Il Bologna deve tornare a vincere e segnare contro il Brescia nell’anticipo serale della quattordicesima giornata di Serie B e per farlo Lopez schiera la formazione tipo gettando subito nella mischia Acquafresca, appena recuperato da un fastidio fisico. Iaconi invece sceglie un 4-3-2-1 escludendo a sorpresa il talentino H’Maidat per dare spazio sulla trequarti alla coppia formata da Sodinha e Morosini. L’avvio dei rossoblù è bruciante con Cacia che imbecca bene il compagno di reparto Acquafresca che però non arriva in tempo all’appuntamento con il gol ma nei minuti successivi è il Brescia a prendere coraggio grazie alle iniziative del brasiliano Sodinha costretto però a lasciare il campo per un infortunio al 22esimo. Entra al suo posto proprio H’Maidat senza modificare l’impianto tattico delle Rondinelle che però alla mezzora vanno in svantaggio. Buchel recupera un buon pallone al limite dell’area, scaglia un tiro potente verso Minelli che ribatte trovando però il pronto tap-in di Cacia che torna così finalmente al gol. Il Bologna si porta così sul 1-0 con grande cinismo sfruttando al meglio l’occasione concessa da un Brescia attento in fase di non possesso e compatto. Proprio i lombardi avrebbero un paio di occasioni nel finale di tempo per pareggiare ma prima Caracciolo conclude poco sopra la traversa poi Di Cesare anticipa malamente il compagno H’Maidat pronto a colpire da solo nel cuore dell’area di rigore del Bologna.

Buchel esce dal campo in barella

Buchel esce dal campo in barella

La ripresa parte senza cambi con Caracciolo che non arriva in tempo sul pallone in area per due volte prima che si svegli Laribi che fallisce una buona occasione a portiere fuori causa tentando un pallonetto fuori misura e poi cerca il gol direttamente da calcio d’angolo. Lopez si gioca subito la carta Troianiello sostituendo un evanescente Zuculini prima che Cacia sfiori il raddoppio al minuto 63 colpendo il palo di testa. Nel giro di cinque minuti il Bologna, forse convinto di avere la vittoria in tasca, esaurisce i cambi inserendo Improta per Acquafresca e Abero per l’infortunato Buchel uscito in barella per la preoccupazione di tutto il Dall’Ara. I rossoblù, mai convincenti sul piano del possesso palla, si spengono definitivamente consentendo al Brescia di guadagnare metri e costruire occasioni. Alla mezzora Caracciolo manca il bersaglio ma si fa perdonare meno di dieci minuti dopo raccogliendo l’invito di Bentivoglio per bruciare sul tempo Oikonomou e battere Coppola di testa. Neanche il gol subito scuote il Bologna dal letargo e pochi minuti dopo è ancora un ispirato Bentivoglio a dare il via all’azione sulla destra che porta H’Maidat al cross scaraventato in rete da Morosini beffando ancora il greco. Per i rossoblù non ci sono né il tempo, né i cambi e neanche le speranze per provare a riprendere la partita che scivola quindi inevitabilmente verso il triplice fischio finale.

La sconfitta arriva in modo meritato per un Bologna che si è accontentato di vedere un Cacia generoso fare reparto da solo senza mai veramente preoccuparsi di dargli adeguato supporto e che ha finito per subire il Brescia sia a livello tattico che fisico. Nella gara del possibile rilancio arriva uno stop che deve far riflettere sull’identità della squadra di Lopez e sulle sue effettive possibilità di ambire alla vittoria di questa Serie B.

Print Friendly, PDF & Email



One thought on “Il Bologna non si accende, al Dall’Ara vince il Brescia

  1. Claudio

    Cambi demenziali da parte dell’allenatore. Con la squadra in vantaggio indebolisce incomprensibilmente il centrocampo togliendo Zuculini e inserendo Troianiello. Un minuto dopo si gioca il secondo cambio inserendo Improta al posto di Acquafresca. Ciliegina sul dolce con l’infortunio di Buchel: inserimento di Abero smantellando completamente il centrocampo. Incomprensibile il non inserimento di Bessa o Perez, a proposito di quest’ultimo, non credo sia credibile dire che non sia pronto per 25 minuti in serie B. Spero che, oltre all’acquisto di 3/4 elementi per il campo, la società vagli anche qualche sostituto per un allenatore che mostra di avere gravi difficoltà nella lettura del match in corso.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *